Natale 2016

Account email rubati: oltre 270 milioni in un attacco hacker

Account email rubati: oltre 270 milioni in un attacco hacker
da in Email, Sicurezza Informatica
Ultimo aggiornamento:
    Account email rubati: oltre 270 milioni in un attacco hacker

    In un attacco hacker sono state rubate le credenziali di accesso di oltre 270 milioni di account di posta elettronica. La notizia giunge dalla società di sicurezza Holden Security, secondo la quale tutti gli account email, completi di indirizzo e password, sono stati messi in vendita su un forum russo nel Dark Web. Di fatto, la maggior parte degli account compromessi sono circa 57 milioni del servizio mail russo Mail.ru, 40 milioni di Yahoo, 33 milioni di Hotmail e 24 milioni di Gmail. Scopriamo più in dettaglio che cosa sta succedendo in rete e perché questi cybercriminali siano riusciti ad ottenere così tanti dati riguardanti account email.

    272.3 milioni di account email sono stati rubati e poi rivenduti in un forum russo nel Dark Web. In particolare, gli account compromessi riguardano i servizi email Mail.ru, Yahoo, Hotmail e Gmail. Tuttavia, vi sono anche account che riguardano utente collegate a provider cinesi e tedeschi.

    L’intero record di dati è stato messo in vendita su un forum russo per appena 50 rubli, al cambio attuale poco più di 60 centesimi. L’hacker russo che ha creato l’annuncio nel forum li ha ceduti ai ricercatori della società di cyber-sicurezza Holden Security, a patto che veniresso effettuati semplici commenti positivi in determinate community online di hacker.

    Per il momento, non è ancora chiaro come l’hacker sia riuscito ad impossessarsi di questa enorme quantità di dati.

    Non solo, la vastità dei servizi coinvolti sembra far pensare più ad un attacco verso gli utenti, che alle singole piattaforme. Di fatto, gli account email rubati potrebbero essere il risultato di app e siti malevoli.

    Holden Security ha informato le società interessate e, in particolare, Yahoo e Gmail non hanno ancora inviato una risposta ufficiale, mentre Hotmail e Mail.ru hanno riconosciuto questa problematica. Nel momento in cui scriviamo, tutti i nomi sono ancora in fase di verifica e non è chiaro capire se le password trafugate siano o meno attuali.

    376

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN EmailSicurezza Informatica

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI