Natale 2016

Facebook, allarme virus che menziona in un commento

Facebook, allarme virus che menziona in un commento
da in Facebook, Sicurezza Informatica
Ultimo aggiornamento:
    Facebook, allarme virus che menziona in un commento

    Su Facebook si sta diffondendo un allarme di un virus che menziona in un commento. Si tratta di una minaccia che si sta diffondendo rapidamente e già moltissimi utenti italiani ne sono stati contagiati. Il principio di funzionamento è estremamente semplice, dal momento che il virus agisce attraverso il classico tag. Ma come funziona in dettaglio il nuovo virus su Facebook? Come è possibile proteggersi da questa minaccia? Andiamo a scoprirlo più in dettaglio.

    Un nuovo virus su Facebook sta attaccando milioni di italiani. Una vera e propria minaccia, che ha iniziato a circolare da maggio 2016. Il virus si nasconde dietro a un banale tag. L’utente, ignaro, riceve una notifica che lo avvisa di essere stato menzionato in un commento. Di fatto, il video viene condiviso nelle bachece degli utenti e qualsiasi utente può cadere in questa trapola.

    Il virus si diffonde in modo rapido, visto che basta un commento per farlo comparire nel News Feed di amici, amici degli amici e non solo. Come è possibile comprendere, quindi, si tratta della classica catena di Sant’Antonio.

    Non solo, cliccando sul video l’utente viene inviato ad una pagina web dove viene scaricato automaticamente un allegato. Quest’ultimo, oltre ad infettare i dispositivi, si autocondivide con gli amici di Facebook.

    Quindi, la domanda sorge spontanea: come è possibile difendersi dal virus che menziona in un commento? Per difendersi basta non cliccare sui link dei video/foto/condivisioni provenienti da fonti sconosciute. Allo stesso tempo, Facebook si occuperà di ricercare chi ha iniziato la catena di Sant’Antonio e provvederà a fermare il tutto.

    Infine, vi suggeriamo di utilizzare il passaparola con i contatti di Facebook, magari scrivendo anche un post sulla propria bacheca, avvisando tutti gli amici di non aprire il link collegato al video, visto che si tratta di un virus.

    370

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN FacebookSicurezza Informatica

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI