NVIDIA Shield Android TV, recensione della console 4K

NVIDIA Shield Android TV, recensione della console 4K
da in nvidia, Recensioni, TV
Ultimo aggiornamento:
    NVIDIA Shield Android TV, recensione della console 4K

    Shield Android TV è la console di ultima generazione creata da NVIDIA, che sarà disponibile in Italia a partire dal 20 giugno 2016. Grazie alle componenti hardware di alto livello e il design futuristico, questa console si candida ad essere uno dei prodotti più interessanti nel panorama set-top-box, con un particolare focus verso il mondo gaminh. Andiamo alla scoperta, nella nostra recensione, quali siano le principali peculiarità di NVIDIA Shield Android TV e perché può essere considerata un prodotto indispensabile per trasformare il proprio salotto nel luogo in cui intrattenimento e videogiochi sono di casa.

    Android Shield TV unboxing

    La Shield Android TV è contenuta all’interno di una confezione particolarmente curata. Infatti, oltre ad un design minimalista, durante l’unboxing siamo stati particolarmente sorpresi dalla presenza dei cavi HDMI e USB, oltre allo Shield Controller. I cavi HDMI e USB sono di ottima fattura visti sia lo spessore, che la qualità dei materiali utilizzati.

    Unboxing Shield Android TV

    Il telecomando e lo stand, di cui parleremo a breve, sono allo stesso tempo venduti in una confezione che riprende il design di quella della Shield Android TV. Inoltre, il telecomando include un altro cavo USB-micro USB per la ricarica. Tuttavia, qualora abbiate un televisore compatibile con lo standard HDMI-CEC potete utilizzare il suo telecomando per navigare all’interno del menu.

    Shield Wireless Controller

    All’interno della confezione troviamo uno Shield Controller, acquistabile anche separatamente al prezzo di 59,99 euro. NVIDIA ha posto particolare attenzione alla costruzione di questo controller, che risulta essere ben bilanciato e dotato di un’impugnatura molto comoda.

    Nelle nostre sessioni di gioco abbiamo constatato un ottimo livello di comfort e una risposta ai comandi estremamente rapida. Quest’ultima è merito della connessione Wi-Fi Direct, che permette di portare a zero il lag.

    Shield Controller

    Fronte Shield Controller

    Il controller è dotato, nella parte bassa, anche di due pulsanti per regolare il volume, molto utili ed intuitivi. Le novità non finiscono qui, visto che sul controller troviamo anche un microfono per le ricerche vocali su Android TV e un jack audio, posto sul retro, per collegare cuffie o auricolari direttamente al gamepad. Invece, attraverso la porta micro USB è possibile ricaricare il controller utilizzando il cavo in dotazione. La batteria offre un’elevata autonomia, considerando il fatto che permetta di utilizzare il controller per più di una giornata di gaming abbastanza impegnativa.

    Shield Controller unboxing

    Seppur non incluso nella confezione, il telecomando Shield Remote è un accessorio “must-have”, che risulta utile per trasformare la console in un classico set-top box. Lo Shield Remote si collega tramite Bluetooth e può essere ricaricato attraverso il cavo micro-USB, presente all’interno della confezione.

    Retro Shield Controller

    Sul telecomando troviamo quattro pulsanti che permettono di navigare nel menu e nelle impostazioni. Vi è presente anche un tasto dedicato alla ricerca vocale di Android TV, che si illumina in fase di sincronizzazione. A completare le funzionalità troviamo il jack audio per collegare cuffie o auricolari.

    Contenuto Shield Remote unboxing

    Venduto a 54,99 euro, lo Shield Remote è un controller realizzato con materiali di qualità, compatto e leggero, che permette di utilizzare NVIDIA Shield Android TV comodamente seduti sul divano.

    Shield Stand unboxing

    Ultimo, ma non meno importante, Shield Stand è un altro accessorio che può rivelarsi utile per coloro che desiderano mostrare il design innovativo di questa console, nella sua totalità. Se da un lato è possibile porre NVIDIA Shield Android TV orizzontalmente, dall’altro vi è lo Shield Stand che offre la possibilità di posizionarla verticalmente.

    Shield Stand fronte

    Shield Stand è un accessorio, venduto a 34,99, veramente robusto e che è in grado di valorizzare il design della console. Per la realizzazione della base, NVIDIA ha adottato la nuova tecnologia Nano-suction, che permette di “incollare” temporaneamente lo stand alla superficie su cui è appoggiato. Un modo innovativo per rendere completamente stabile la console.

    Retro Shield Android TV

    Quando si parla di performance pure, NVIDIA Shield Android TV è in grado di stupire. Il processore NVIDIA Tegra X1 con GPU Maxwell da 256 core CUDA e 3GB di memoria RAM assicura prestazioni superiori alla maggior parte dei set-top box in circolazione. Per quanto riguarda lo storage, invece, sono disponibili due versioni: la prima da 16 GB, mentre la seconda da 500 GB.

    La connettività è assicurata dalla porta Gigabit Ethernet e dal Wi-Fi 802.11 ac, entrambi molto utili quando si gioca attraverso la piattaforma GeForce Now. Non mancano la porta HDMI 2.0, lo slot per le memorie MicroSD, una microUSB 2.0, due porte USB 3.0 e un ricevitore IR, compatibile con il telecomando Logitech Harmony. All’interno della scocca troviamo anche spazio per una ventola di piccole dimensioni, silenziosa e che si attiva solamente quando è necessario per raffreddare il potente processore.

    Rispetto a tutte le console e i set-top box attualmente in commercio, NVIDIA Shield Android TV è la prima a supportare video in 4K, sia attraverso varie applicazioni tra cui Netflix e YouTube, che per i videogiochi, eccezion fatta per la piattaforma GeForce Now di cui parleremo in seguito.

    Preferiti schermata Android TV

    Alla base di questa console vi è il sistema operativo Android TV 6.0. Tra le principali funzionalità troviamo la ricerca vocale, una sorta di Google Now, attraverso cui è possibile chiedere informazioni sul meteo, contenuti presenti su YouTube e altri servizi di Google e molto altro ancora. Qualora non si stia utilizzando il controller, bensì il telecomando, la ricerca vocale può essere più intutiva e rapida.

    Ad esempio, con la ricerca vocale è possibile cercare tutti i film in cui è presente Leonardo Di Caprio, avviare applicazioni, chiedere informazioni sui risultati sportivi, i film nominati per gli Oscar del 2012 e molto altro ancora.

    Impostazioni NVIDIA Shield TV

    Oltre alla ricerca vocale, nella schermata principale vengono visualizzate le preferenze e le app o giochi riprodotti più spesso. Nella parte bassa della home, invece, vi è spazio per i giochi e app di terze parti, grazie a Play Store, film e canzoni su Play Movies e Music, e filmati su YouTube. Di fatto troviamo tutta l’esperienza multimediale offerta da Google.

    App Shield TV

    All’interno del Play Store vi sono un’ampia gamma di app compatibili. E’ possibile installare ed utilizzare applicazioni come Kodi o VLC, che permettono di riprodurre contenuti locali e presenti in rete, senza installare alcun software aggiuntivo.

    Ovviamente non mancano i giochi pensati per dispositivi Android come Asphalt 8: Airborne, Cattivissimo Me, Real Racing 3, Deer Hunter 2016, GTA: Liberty City Stories, Minecraft: Story Mode, Snowboard Party 3, Goat Simulator e molti altri ancora.

    Giochi NVIDIA Shield Android TV

    L’esperienza di gioco permette di scoprire le performance della console. I giochi da noi provati, tra cui Real Racing 3, Asphalt 8: Airborne e Cattivissimo Me, sono stati riprodotti in modo fluido, senza cali di frame rate.

    Shield Hub

    GeForce Now rappresenta il cuore di NVIDIA Shield Android TV. Lanciato lo scorso ottobre, questa piattaforma permette di riprodurre videogiochi per PC in streaming dai server NVIDIA. La risoluzione massima raggiungibile con GeForce Now è pari a 1080p a 60 fps.

    Dal momento che siamo di fronte a giochi in streaming è necessario essere dotati di una connessione Internet con un’elevata banda. Di seguito i requisiti di connettività richiesti da NVIDIA per godere al massimo dell’esperienza GeForce Now:

    - 10 Megabit al secondo – velocità minima richiesta per la banda larga
    - 20 Megabit al secondo – valore consigliato per la qualità 720p 60 FPS
    - 50 Megabit al secondo – valore consigliato per la qualità 1080p 60 FPS

    Per quanto riguarda il tempo di ping, il valore suggerito da NVIDIA è inferiore ai 60 ms su uno dei sei data center NVIDIA sparsi in tutto il mondo.

    Nei nostri test abbiamo utilizzato una connessione Internet “al limite”, da 12 Megabit con ping pari a 26 ms. L’esperienza di gioco è stata sorprende, anche con videogiochi complessi graficamente. Infatti, una volta instaurata la connessione al server NVIDIA, ogni videogioco viene aperto in un tempo di circa 30 secondi e fin da subito è possibile iniziare a giocare.

    Videogiochi GeForce Now

    Durante i test non abbiamo notato evidenti cali di frame rate, solamente in alcune occasioni in cui la banda veniva utilizzata anche da altri dispositivi. Il servizio GeForce Now è estremamente flessibile, visto che scala automaticamente la risoluzione cercando, sempre, di non compromettere il frame rate. Questo è un importante punto di forza che dimostra l’ottimo lavoro svolto da NVIDIA nell’ottimizzazione della piattaforma.

    Videogiochi popolari GeForce Now

    GeForce Now ha un costo mensile di 9,99 euro al mese, con tre mesi di prova. Con la sottoscrizione dell’abbonamento NVIDIA offre diversi titoli, ma allo stesso tempo è possibile acquistare altri giochi, più moderni. Ad esempio, MotoGP 14 è incluso nell’abbonamento mensile, mentre MotoGP 15 è a pagamento.

    Prima di arrivare in Italia, NVIDIA ha lavorato a lungo nell’ampliare il catalogo, sia dei giochi inclusi con l’iscrizione che quelli a pagamento. Tuttavia, se da un lato GeForce Now è un servizio estremamente interessante, dall’altro il catalogo può essere ancora considerato il principale punto debole, che NVIDIA promette di colmare nei prossimi mesi. Infatti, molti giochi famosi mancano ancora all’appello, anche se rispetto ad un anno fa la situazione è notevolmente cambiata.

    Con un lavoro attento, che punti a portare i produttori di videogiochi verso GeForce Now, NVIDIA potrebbe colmare il gap rispetto ai concorrenti.

    Ovviamente, Shield Android TV offre tutte le funzioni che è possibile trovare all’interno di un Chromecast di Google. Quindi, è possibile condividere lo schermo del vostro dispositivo o applicazioni sul grande schermo. Infine, vi è anche il supporto cross-platform che permette di inviare contenuti non solo da smartphone o tablet Android, ma anche da iPhone e iPad.

    NVIDIA Shield Android TV design

    La nuova NVIDIA Shield Android TV è un prodotto estremamente interessante, visto che offre tutte le caratteristiche di un set-top box abbinate a quelle di una console cloud. Le performance e il design ci hanno impressionato molto positivamente. La navigazione dei menu Android TV è molto fluida e sia un’esperienza utente.

    Per quanto riguarda il prezzo, NVIDIA Shield Android TV sarà disponibile in Italia dal 20 giugno 2016 al prezzo di 199,99€, per la versione da 16 GB, mentre quella con hard disk a 500 GB verrà venduta a 299,99€. Considerando hardware, software e aggiornamenti rilasciati costantemente, il prezzo a cui viene venduta questa console è particolarmente interessante, soprattutto se siete alla ricerca di un set-top box, che offra funzalità avanzate anche in ambito gaming.

    2422

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN nvidiaRecensioniTV
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI