Natale 2016

Truffa PostePay via SMS: non aprire il link

Truffa PostePay via SMS: non aprire il link
da in Sicurezza Informatica
Ultimo aggiornamento:
    Truffa PostePay via SMS: non aprire il link

    Coloro che possiedono una carta di pagamento PostePay di Poste Italiane hanno ricevuto un particolare SMS, che chiede all’utente di cliccare sul link e modificare i dati di accesso. Il link in questione è una delle ultime truffe sul web e anche la Polizia Postale, tramite la pagina Facebook, ha avvisato tutti gli utenti di non cliccare e non aprire il link in questione. Scopriamo più in dettaglio, quindi, come funziona l’ultima truffa PostePay via SMS.

    Negli anni abbiamo assistito a molteplici truffe via SMS ed email per quanto riguarda PostePay e buona parte dei servizi offerti da Poste Italiane. Tuttavia, molti utenti italiani che possiedono una carta di pagamento PostePay stanno ricevendo un SMS che invita a cliccare su un link ad-hoc per modificare i dati di accesso.

    Il messaggio in questione recita: “Notifica PostePay. Accesso errato ai Suoi servizi online. Esegui subito la verifica dei Suoi dati sul nostro sito“. Qualora abbiate ricevuto questo SMS, vi suggeriamo di eliminarlo immediatamente, senza cliccare o inserire le proprie credenziali di accesso. Infatti, questo messaggio rappresenta una truffa che non ha nessun legame a che fare con la carta di Poste Italiane.

    Messaggio PostePay Poste Italiane truffa

    L’obiettivo di coloro che stanno inviando i messaggi truffa via SMS è quello di ottenere i dati personali degli utenti, per poi svuotare le carte PostePay. Anche in passato è accaduta una truffa simile, tramite false email delle Poste, che ha colpito decine di coloro che possiedono un conto Banco Posta o una carta PostePay.

    Quindi, se avete ricevuto l’SMS in questione, vi suggeriamo di eliminarlo immediatamente. Allo stesso tempo, l’indirizzo web allegato al messaggio non porta alla mente un legame con i servizi offerti da Poste Italiane, in particolare PostePay, bensì il nome fa pensare immediatamente a una truffa.

    379

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Sicurezza Informatica

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI