Notifiche push: come gestirle su Android e iPhone

da , il

    Nexus 6 vs iPhone 6 Plus

    Gestire le notifiche push sui dispositivi mobili come smartphone Android e iPhone è molto importante per determinare la qualità delle informazioni di cui vogliamo avere subito notizia e rispetto alle quali vogliamo essere aggiornati in tempo reale. Infatti spesso può capitare che queste notifiche provengano da siti e applicazioni che non ci interessano e bisogna capire come disattivarle. Al contrario, molte altre volte può capitare che non riceviamo queste segnalazioni perché non sono state correttamente configurate e abbiamo necessità di sapere come organizzare al meglio una delle funzioni più preziose che i cellulari intelligenti moderni possono mettere sul piatto. In quest’articolo andremo a scoprire in primis che cosa sono le notifiche push, per coloro che sono totalmente alieni all’argomento, per poi passare a disquisire su come si gestiscono quelle delle applicazioni più importanti come può essere Facebook per quanto riguarda i social network, Whatsapp per l’instant messaging e Gmail per i client di posta elettronica. Nel momento in cui le procedure per i diversi dispositivi si differenziano rispetto al sistema operativo, andremo a illustrare singolarmente con una sorta di mini tutorial in modo da mettere in grado tutti di poter gestire al meglio i servizi. Nota bene: non tutti gli smartphone sono aggiornati all’ultima versione dell’OS dunque se qualche nome di menu è leggermente diverso non allarmatevi, perché in soldoni il percorso da intraprendere è sempre lo stesso.

    Cosa sono le notifiche push

    Faccina notifica push

    Iniziamo dalla nozione più importante ossia dalla definizione di notifiche push: stiamo parlando di una tecnologia che permette di ricevere le ultime notizie e aggiornamenti riguardanti applicazioni, email e servizi di messaggistica istantanea senza che vengano scaricate su richiesta dell’utente. Che cosa significa? Che anche se un’applicazione apparentemente è chiusa in realtà alcune funzioni continuano in background ossia sullo sfondo, permettendo di informare sull’arrivo di un nuovo messaggio, la disponibilità di un nuovo aggiornamento e tanto altro ancora. Con le notifiche push abbiamo la possibilità di non perderci nessuna informazione anche se non ci attiviamo personalmente in quanto ci arriveranno direttamente sulla home del nostro dispositivo. Esempio classico: invece che aprire ogni volta la casella di posta elettronica, riceveremo un nuovo messaggio in tempo reale oppure se qualcuno ci tagga in una foto ecco l’informazione. Dove appaiono queste notifiche? Nella parte superiore di Android o iPhone con un’icona caratteristica per ogni app. “Tirando giù” col polpastrello si aprirà una finestra con le anteprime e la possibilità di aprire il messaggio completo o l’elemento.

    Come attivare e disattivare le notifiche push per Facebook

    Facebook notifiche push

    Le notifiche push di Facebook sono tra le più utili in quanto ci permettono di sapere in tempo reale tutte le novità provenienti dal social network e non solo messaggi ma anche altri tipi di attività come richieste di amicizia, inviti di amici, tag e tanto altro. Per attivare e disattivare le notifiche push per Android bisogna seguire il seguente percorso: ‘Impostazioni Account’ > ‘Notifiche’ > Push sul cellulare’. A questo punto si dovrà selezionare e deselezionare le varie tipologie di notifiche che si vuole ricevere. Per iPhone ed iPad invece bisogna innanzitutto attivarle seguendo percorso ‘Centro notifiche’ > ‘Facebook’ impostare lo stile di avviso su ‘Banner’ o su ‘Avvisi’. Fatto ciò si dovrà andare nell’apposita sezione delle notifiche seguendo il percorso ‘Impostazioni account’ > ‘Notifiche’ > ‘Push del cellulare’. Da qui poi dovrete semplicemente selezionare o deselezionare il tipo di notifica di vostro interesse.

    Come attivare e disattivare le notifiche push per Whatsapp

    Whatsapp notifiche push

    Anche le notifiche di Whatsapp si possono impostare per visualizzare direttamente nella home del dispositivo i messaggi in arrivo all’applicazione. Per Android attivare e disattivare le notifiche è molto semplice perché si deve spuntare ‘Mostra Modifiche’ seguendo il percorso ‘Sistema impostazioni’ > ‘Apps’ > ‘Whatsapp’. Per iPhone, invece, è necessario innanzitutto attivare e scegliere il tipo di notifica bagde, banner e suoni dal centro notifiche ed attivare le notifiche push. Dopo averle attivate è consigliato spegnere il dispositivo per trenta secondi e riaccenderlo per assicurarci che le impostazioni diventino effettive.

    Come attivare e disattivare le notifiche push per Gmail

    Gmail notifiche push

    Per quanto riguarda le notifiche di Gmail, il servizio di posta elettronica di Google, partiamo da Android che offre una procedura di attivazione e disattivazione molto semplice, visto che basta andare su ‘Impostazioni’ > ‘Account sincronizzazione’. Da qui vi apparirà un elenco di tutti i programmi che prevedono le notifiche e tra le tante potrete selezionare anche Gmail. Per iPhone si dovrà passare dalla pagina di configurazione della posta elettronica, aprire l’opzione relativa a quella di Google e, infine, permettere o meno di ricevere le push.

    Come gestire tutte le altre notifiche push

    push notification

    Ok, ma per tutte le altre applicazioni? Si può passare direttamente dai menu interni che si trovano nelle impostazioni generali dei sistemi operativi iOS e Android. Per entrambi, si deve aprire il menu Impostazioni e poi scorrere fino a Notifiche, da qui si aprirà l’elenco delle applicazioni installate. Si dovrà cliccare su quella desiderata e poi attivare/disattivare. Variante: alcune versioni degli OS hanno il menu Notifiche all’interno di quello Applicazioni.