NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Postepay come funziona

Postepay come funziona

Come funziona Postepay, la carta prepagata ricaricabile di Poste Italiane. Guida costi PostePay Standard ed Evolution, su come funziona all'estero, ricarica, pagare e richiedere online

da in Guide HiTech, Postepay
    Postepay come funziona

    Vi spieghiamo come funziona Postepay, la carta prepagata ricaricabile di Poste Italiane che offre un’ampia gamma di funzionalità. Seppur molto simile ad una carta di credito classica, Postepay permette di non andare in rosso e garantisce un elevato livello di sicurezza per quanto riguarda le transazioni, online e presso esercizi commerciali. In questa guida completa andiamo a scoprire come funziona Postepay, una delle carte prepagate più famose in Italia, accettata dalla maggior parte degli esercenti e pensata per gli acquisti online. Non resta, quindi, che analizzare come funziona Postepay in Italia e all’estero, quanto costa, come si effettua il pagamento e come richiederla online.

    Postepay standard

    Per comprendere come funziona Postepay, è necessario sottolineare il fatto che sia una carta prepagata ricaricabile, che opera sul circuito VISA. Si tratta della versione standard dotata di un codice identificativo di 16 cifre e può essere utilizzata per l’acquisto di beni in negozi fisici e online. Inoltre, Postepay permette di prelevare denaro contante presso gli uffici postali e ATM Postamat e bancari che espongono il marchio VISA o VISA Electron.

    Ma quanto costa Postepay? La carta prepagata ricaricabile ha dei costi di gestione particolarmente bassi. Ecco quali sono i costi e i massimali imposti da Poste Italiane:

    • Costo di emissione: 5 euro
    • Ricarica minima al rilascio: 5 euro
    • Plafond massimo: 3000 euro
    • Prelievo giornaliero massimo da ATM: 250 euro
    • Prelievo mensile massimo da ATM: illimitato
    • Importo massimo di ricarica: 50 mila euro annui
    • Pagamenti: gratuiti

      Allo stesso tempo, Poste Italiane permette di sottoscrivere ai minorenni, tra 10 e 18 anni, la nuova Postepay Junior. Quest’ultima differisce solo per il plafond massimo pari a 1000 euro e i prelievi giornalieri limitati a 100 euro da ATM. Per il resto, i costi di gestione sono gli stessi.

      Postepay Evolution

      Se desideri una Postepay con codice IBAN è necessario acquistare Postepay Evolution. Come dice il nome stesso, si tratta di una carta prepagata “evoluta”, che opera sul circuito MasterCard. Questa versione si avvicina ancor di più alle carte di credito e Bancomat.

      Postepay Evolution permette di accreditare lo stipendio, disporre e ricevere bonifici, oltre a domiciliare le utenze tramite (SSD-Sepa Direct Debit) e pagare i bollettini.

      Ma quanto costa Postepay Evolution? Essendo una carta più avanzata rispetto alla versione classica, Postepay Evolution riesce a mantenere costi di gestione simili, ma i massimali sono decisamente superiori:

    • Costo di emissione: 5 euro
    • Canone annuo: 10 euro
    • Plafond massimo: 30000 euro
    • Prelievo giornaliero massimo da ATM: 600 euro da ATM
    • Prelievo mensile massimo da ATM: 2500 euro da ATM
    • Importo massimo di ricarica: nei limiti del plafond o massimo 100000 euro in presenza di più carte Postepay Evolution intestate allo stesso titolare
    • Pagamenti: gratuiti
    • Accredito stipendio: gratuito
    • Limite pagamento POS: 3500 euro al giorno e 10000 euro al mese
    • Commissione per bonifico SEPA: 1 euro da postepay.it o App Postepay oppure 3,50 euro da ufficio postale
    • Commissione per postagiro: 0,50 euro da postepay.it o App Postepay oppure 0,50 euro da ufficio postale
    • Pagare con Postepay

      Pagare con Postepay è particolarmente semplice quando si tratta di negozi fisici. Infatti, in questo caso, per pagare con la prepagata di Poste Italiane è necessario ricordarsi solamente il codice PIN segreto.

      Nel caso in cui si effettui un pagamento online, la situazione diventa un po’ più complessa. I circuiti VISA e Mastercard sono compatibili con tutti i siti e negozi online. Può capitare, tuttavia, che il pagamento non vada in porto a causa di problemi di compatibilità tra il sistema di pagamento del sito e la Postepay.

      Per acquistare su Internet con Postepay basta inserire il numero della carta (le cifre presenti nella parte frontale), la data di scadenza (mese e anno presenti sotto il numero della carta) e il codice CVV2 o CVC2. Quest’ultimo è un codice costituito da 3 cifre, posizionato sul retro della Postepay. Questi numeri garantiscono completa sicurezza negli acquisti online.

      É importante ricordarsi che tutti gli acquisti online con Postepay sono visibili anche all’interno dell’area del sito di Poste Italiane per consultare saldo e credito, come ti illustriamo in questa guida passo passo.

      Su alcuni siti web, come eBay e non solo, Postepay non è accettata ufficialmente e per questo motivo è necessario aprire un conto PayPal, a cui associare la carta Postepay, come descritto nel nostro approfondimento. In questo modo, l’addebito degli acquisti di beni passerà attraverso la piattaforma PayPal per poi giungere sul conto della carta ricaricabile.

      Postepay estero

      Quando ci rechiamo all’estero come funziona Postepay? Postepay e Postepay Evolution appartengono rispettivamente ai circuiti VISA e Mastercard. I punti convenzionati Visa Electron, come gli ATM, sono presenti in quasi tutte le parti del mondo. Tuttavia, deve essere fatta una menzione speciale per quanto riguarda gli Stati Uniti. Se stai per andare negli USA, considera l’acquisto di Postepay Evolution poiché il circuito Mastercard è più diffuso nel Paese a stelle e strisce.

      Ma che cosa succede se sei in vacanza all’estero e finisci i soldi caricati sulla Postepay? La PostePay Standard può essere ricaricata dall’estero solo dal titolare di un conto corrente Bancoposta, attraverso la piattaforma online. Nel caso in cui tu non abbia un conto corrente, potrai chiedere ad un amico o parente di effettuare la ricarica al posto tuo.

      Per quanto riguarda Postepay Evolution, la ricarica all’estero è possibile anche nel caso in cui si abbia il conto corrente in un’altra banca. Basta effettuare un versamento verso l’IBAN della prepagata per ricaricarla.

      I prelievi all’estero, invece, hanno commissioni che possono variare da 1 a 5 euro. Quest’ultima cifra si riferisce ai prelievi effettuati fuori dall’Unione Europea. In questo caso, il suggerimento è quello di controllare accuratamente tutti i documenti forniti alla consegna della carta per conoscere l’ammontare preciso delle commissioni in Europa e in aree extra-UE.

      Richiedere Postepay

      Infine, se hai deciso di richiedere la Postepay online, ti ricordiamo che è possibile solamente presso gli uffici postali. La procedura per fare la Postepay, descritta in questa guida, è semplice e al termine di essa riceverai la carta prepagata di Poste Italiane.

    1374

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Guide HiTechPostepay
    PIÙ POPOLARI