Microsoft Surface Pro ufficiale: prezzi e scheda tecnica del tablet premium

Tutte le informazioni ufficiali sul tablet Microsoft Surface Pro con i dati sulla scheda tecnica, uscita e prezzi per l'Italia

da , il

    Surface Pro Microsoft

    Finalmente ufficiale il tablet trasformabile di Microsoft ossia Surface Pro, che debutta seguendo il grande successo delle precedenti versioni, il dispositivo che può fare benissimo le veci di un notebook premium si appresta a vedere la luce del commercio accompagnato da tutte le informazioni sulla composizione hardware della scheda tecnica, sulle caratteristiche e le funzionalità. Definito da Redmond come il portatile “più versatile che abbiamo mai realizzato” offre una maggiore autonomia per quanto riguarda la batteria (che si spinge fino a 13.5 ore), prestazioni più spinte e uno schermo da 12.3 pollici di diagonale di qualità superiore grazie alla tecnologia PixelSense e un’operatività più silenziosa grazie al fatto che viene rimossa la ventola. Tra le altre novità, segnaliamo la rinnovata Signature Type Cover e una Surface Pen più performante e precisa. Scopriamo tutto sull’hardware, funzionalità e prezzi per l’Italia.

    Le novità di Surface Pro

    Surface Pro di Microsoft si avvale dei processori di 7a generazione Intel Core m3, Core i5 e Core i7, la custodia Signature Type Cover firmata da Alcantara nei colori Platino, Bordeaux e Blu Cobalto, tastiera con corsa dei pulsanti di 1,3 mm, trackpad con risoluzione sup-pixel di 500 dpi e supporto multi-touch a cinque dita, connessione LTE, cerniera con apertura fino a 165 gradi, penna Surface Pen con 4096 livelli di sensibilità di pressione e quasi senza latenza, software Windows 10 Creators Update in dotazione, porta USB full-size, schermo PixelSense da 12,3” ad alta risoluzione con una densità di 267 PPI e fotocamere digitali.

    La scheda tecnica di Surface Pro

    La scheda tecnica di Surface Pro di Microsoft parte dal sistema operativo Windows 10 e prosegue con dimensioni di 292 x 201 x 8,5 mm, processori Intel Core m3 di 7a generazione (peso del dispositivo 768 grammi), Intel Core i5 di 7a generazione (770 grammi) e Intel Core i7 di 7a generazione (784 grammi), scocca al magnesio con supporto con cerniera multi-posizione full-friction, schermo da 12,3” a risoluzione 2736 x 1824 pixel (267 PPI), scheda grafica Intel HP Graphics 615, 620 e 640 rispettivamente, 4GB/8GB/16GB di RAM 1866Mhz LPDDR3, SSD (Solid State Drive) 128/256/512GB o 1TB PCIe NVMe, modulo Wi-Fi IEEE 802.11 a/b/g/n/ac, Bluetooth 4.1, batteria fino a 13,5 ore di autonomia, fotocamera anteriore da 5,0 MP con video HD 1080p, fotocamera posteriore da 8,0 MP con video HD 1080p, porta USB 3.0 full-size, ampliamento di memoria tramite microSDXC, jack da 3,5 mm.

    Prezzi di Surface Pro

    I prezzi di Microsoft Surface Pro:

    Surface Pro Core m3, 4 GB di RAM, 128 GB SSD: 959 euro

    Surface Pro Core i5, 4 GB di RAM, 128 GB SSD: 1169 euro

    Surface Pro Core i5, 8 GB di RAM, 256 GB SSD: 1499 euro

    Surface Pro Core i7, 8 GB di RAM, 256 GB SSD: 1829 euro

    Surface Pro Core i7, 16 GB di RAM, 512 GB SSD: 2549 euro

    Surface Pro Core i7, 16 GB di RAM, 1 TB SSD: 3149 euro

    Le indiscrezioni su Surface Pro

    L”’immagine che è sopraggiunta si accompagna dalla dicitura “win10-feature-surface-pro-5-z” che non sarà una prova inconfutabile sulla natura del tablet-PC, ma è più di un indizio. L’ipotesi più valida è che il materiale che è giunto fino a qui sia stato preparato per la stampa francofona e – non si sa come – sia trapelato. Come sarà la prossima versione di Surface Pro? Dovrebbe includere una Type Cover per fare le veci di una tastiera così come del pennino capacitivo Surface Pen. Il nome in codice di questo progetto è Neon. Quando vedremo il nuovo Surface Pro? Considerando che il quarto è stato ufficializzato il 6 ottobre 2015 i tempi sono maturi dato che sono ormai trascorsi quasi 15 mesi. Non esiteremo a informarmi con maggiori indiscrezioni non appena le riceveremo.

    Si moltiplicano le voci sul prossimo modello di Surface ossia Surface Pro 5 che sembrava dovessere essere in uscita al CES di Las Vegas, ma che ha richiesto più tempo per apportare tutte le diverse migliorie a livello hardware. Ad esempio si punta su una primizia come lo schermo a risoluzione 4k HD in Ultra Definizione, sui processori di prossima generazione Intel Kaby Lake con il supporto di fino a 16GB di memoria RAM e di una scheda grafica discreta Nvidia Pascal o AMD Polaris, sulla pronosticabilissima porta universale e reversibile USB Type-C per la compatibilità con tutti i nuovi smartphone, accessori e tecnologie di ricarica rapida. Si parla anche della presenza di un lettore di impronte digitali per lo sblocco rapido e per l’accesso biometrico a determinate funzionalità e, infine, sulla presenza del sistema operativo Windows 10 Redstone 2.

    Dalle prime immagini che appaiono dal web qualche mese fa, il nuovo Surface Pro 5 dovrebbe migliorare non soltanto a livello estetico, ma anche strutturale con miglioramenti che dovrebbero riguardare in primo luogo il pennino capacitivo, che dovrebbe andare a migliorare sia la batteria sia il connettore magnetico. Andiamo a dare una prima lettura a queste indiscrezioni della prima ora che riguardano la versione più evoluta del tablet-computer di Microsoft, che dovrebbe uscire allo scoperto verso il prossimo autunno.

    Fino a questo momento il pennino capacitivo si era avvalso di pile AAAA dall’autonomia piuttosto lunga, nell’ordine di svariati mesi di utilizzo anche giornaliero (fino a un anno di “vita”). Tuttavia, sembra si stia lavorando sulla possibilità di integrare direttamente una batteria ricaricabile sulla prossima versione della Pen. D’altra parte, se Microsoft Surface Pro 4 aveva migliorato in modo sensibile rispetto alla versione precedente Surface Pro 3, la quinta edizione del tablet ibrido dovrebbe alzare ancora di più l’asticella partendo da una delle sue parti più apprezzate (e copiate, vedasi il nuovo iPad Pro) qual è il pennino.

    Oltre alla batteria, l’altro miglioramento riguarderà un connettore magnetico (questa volta sì, il percorso è inverso con il tablet di Apple che ha ispirato) che potrebbe consentire un posizionamento ben specifico della penna sia in fase di caricamento sia nel proprio alloggiamento, quando non in uso. Dove sarà piazzato su Surface? Lo scopriremo con i futuri rumors, che speriamo possano considerare anche la parte hardware principale, oltre che l’uscita e il prezzo del modello.