Panasonic Lumix TZ90: la recensione della fotocamera digitale compatta

Il nostro test completo della nuova fotocamera digitale Panasonic Lumix TZ90 che si comporta in modo perfetto per il viaggio, scheda tecnica, design e pro e contro

da , il

    Panasonic Lumix TZ90: la recensione della fotocamera digitale compatta

    Oggi vi parliamo di Panasonic Lumix TZ90, protagonista della nostra recensione. Trattasi di una fotocamera digitale compatta della gamma TZ ossia Travel Zoom, che è un po’ il riassunto per acronimo di questo dispositivo che è tascabile per fornire l’esperienza più comoda quando si è in movimento e al tempo stesso prestante grazie a lenti periscopiche in grado di coprire una buona estensione, per adattarsi a diverse situazioni e modalità.

    Il risultato è molto piacevole, con una macchina fotografica digitale che può stare nel palmo di una mano, che scatta foto e registra video di una certa qualità e che può avvicinarsi al soggetto grazie a uno zoom notevole per le dimensioni.

    In questo approfondimento andremo a scoprire di più sul design di Panasonic Lumix TZ90 con un occhio sulla confezione d’acquisto, della scheda tecnica e caratteristiche hardware, sulle funzionalità software (compresa la tanto apprezzata 4k Photo) e si andrà a terminare con gli immancabili pro e contro, che faranno un po’ il punto della situazione.

    Design di Panasonic Lumix TZ90

    Il design di Panasonic Lumix TZ90 è, come anticipato, uno dei punti forti di questa fotocamera digitale, perché in dimensioni davvero tascabili e con un peso contenuto, incorpora un hardware niente male. I pulsanti sulla parte superiore sono a portata di pollice: c’è la rotella con la selezione della modalità di scatto con i classici programma, priorità apertura o velocità otturatore, manuale, video più alcuni mode dedicati come panorama oppure con gli effetti speciali.

    C’è l’otturatore con superficie leggermente zigrinata con doppio scatto e rotella destra-sinistra per lo zoom sia in scatto sia in galleria fotografica. Troviamo poi il tastino on/off e quello per il video con tradizionale punto rosso. I pulsanti sulla parte posteriore sono altrettanto senza sorprese e facilmente raggiungibili, dall’alto al basso: tasto 4K Photo (Fn1), tasto modalità scatto (Fn2), fotogallery, rotella per il menu con guadagno esposizione, focus, flash e timer più tasto menu centrale, tasto cestino/indietro (Fn3) e tasto per il controllo del display.

    Il tasto Fn4 è sul display tilt che si ribalta di 180 gradi (ed è touch) ed è anche dedicato al mirino ottico che si trova sul lato sinistro (ed è dotato di sensore di vicinanza). In basso c’è l’ingresso batteria (che si ricarica comodamente via microUSB) e SD card, sui lati gli altri vari ingressi compreso quello universale e l’HDMI. Il mirino è piccino, però risulta molto comodo in condizioni di forte luce solare che rende difficile usare il display integrato.

    Scheda tecnica di Panasonic Lumix TZ90

    La scheda tecnica di Panasonic Lumix TZ90 è completa e piuttosto prestante visto che troviamo il buon sensore da 20,3 megapixel (era da 18 megapixel su ZS60) e una lunghezza focale più estesa visto che troviamo uno zoom ottico 30x (ossia dai 24 mm ai 720 mm equivalenti nel formato 35 mm).

    Lo schermo posteriore ha una diagonale da 3 pollici, è inclinabile di 180 gradi per offrire la possibilità di scattare selfie in tutta comodità. C’è inoltre un mirino elettronico da 0,2″ e 1,166k punti di risoluzione.

    Le altre caratteristiche annoverano la registrazione video a risoluzione 4k con una frequenza di 30 fotogrammi al secondo confortata dalla presenza di uno stabilizzatore delle immagini che fa il suo dovere molto bene; la possibilità di acquisire in formato grezzo RAW per poi agire in seguito in post-produzione; autofocus con tecnologia DFD (Depth From Defocus) che agisce in appena 0,1 secondi appoggiandosi a una griglia a 49 punti.

    Infine, c’è il modulo Wi-Fi per collegarsi a reti senza fili e effettuare upload diretto sul cloud proprietario (dietro registrazione) oppure per connettersi allo smartphone così da trasferire file oppure aprire al controllo remoto, scaricando l’applicazione gratuita dal corrispettivo mercato online.

    Funzionalità software di Panasonic Lumix TZ90

    Panasonic LUMIX TZ90 si avvale della comodissima funzione 4K Photo che ha anche un pulsante dedicato sulla scocca. Di cosa stiamo parlando? Della possibilità di registrare le immagini a una frequenza di 30 fotogrammi al secondo per poi estrapolare foto a una risoluzione da 8 megapixel. Sembra poco? In realtà no, è qualcosa di molto interessante perché torna utile ad esempio in condizione di velocità del soggetto e incertezza su quando scattare un’istantanea (sportivi, bambini, animali, giusto per fare tre esempi) se non proprio per scegliere un fermoimmagine più naturale di una foto “statica”. Queste foto da 8 megapixel possono essere poi eventualmente stampate fino a un formato A3.

    Non manca anche il Post Focus ossia l’immortalare immagini che poi possono vedere lo spostamento del punto di messa a fuoco per miglioramenti oltre l’idea originaria oppure l’altro comodissimo Focus Stacking per ottenere una migliore profondità di campo post-scatto combinando insieme più foto. Visto lo zoom, si può utilizzare anche per ambiti “astronomici” come per le foto alla Luna.

    Citiamo anche la modalità iA ossia Intelligent Audio che fa tutto da sé e che risulta molto comoda in situazioni di “no stress” quando si vuole solo puntare e scattare (qualcuno ha detto vacanza? Oppure quando non si vuole perdere il momento guardandolo attraverso un display della fotocamera). Da citare anche il Q.Menu semplificato con accesso rapido per non perdersi nelle numerose pagine interne.

    Pro e contro di Panasonic Lumix TZ90

    PRO: dimensioni compatte e tascabili con un peso minimo nonostante materiali resistenti; zoom da 30x versatile e molto comodo per coprire una buona varietà di situazioni; schermo ribaltabile di 180 gradi per selfie di qualità; modulo Wi-fi per la sincronizzazione con lo smartphone; ottima stabilizzazione; funzioni software esclusive come 4k Photo e ghiera per comandi manuali.

    CONTRO: ogni tanto un po’ lenta, ad esempio in accensine; apertura lenti non luminosissima, dunque resa a basse condizioni di luce ambientale non ottimali.

    In generale, però, siamo davanti a una fotocamera da viaggio molto buona perché Panasonic Lumix TZ90 può davvero offrire una grande comodità d’uso per chi vuole il punta e scatta e – se ha tempo e voglia – qualcosa di più. Strizza l’occhio in modo consistente agli amanti dei selfie e registra anche video molto buoni, con un microfono che è sopra le aspettative.

    Panasonic Lumix DMC-TZ80EG-K Fotocamera, 18,1MP, Zoom Ottico 30x Post Focus, 4K Photo & 4K Video, Nero