Space X e i voli che collegano tutto il mondo in meno di un’ora

Elon Musk ha presentato la sua straordinaria idea che porta a usare il razzo verso Marte per viaggi terrestri

da , il

    Space X e i voli che collegano tutto il mondo in meno di un’ora

    Elon Musk ha promesso viaggi ben oltre la velocità del suono per collegare praticamente ogni città del mondo con un’altra in un tempo inferiore a un’ora. In occasione del Congresso Astronautico Internazionale (IAC) che si è tenuto ad Adelaide in Australia, il numero uno di SpaceX e Tesla ha calato l’asso con quella che potrebbe essere una vera e propria rivoluzione del settore dei trasporti aerei.

    A differenza del compianto Concorde così come degli altri progetti di voli supersonici, qui non si tratta di un vero e proprio aereo, ma di qualcosa molto più simile a un’astronave dato che sfrutta nientemeno che un razzo conosciuto come BFR acronimo di Big Fuc**ng Rocket che rende particolarmente l’idea della potenza erogata. Scopriamone di più.

    Elon Musk ha raccontato la sua idea di di viaggio suborbitale per scopi commerciali e turistici al posto dei normali voli di linea sfruttando la futura la generazione di razzi che porteranno gli astronauti su Marte nel prossimo decennio. Un’idea interessantissima che apre nuovi scenari tutti da esplorare.

    Viaggi in meno di un’ora in tutto il mondo

    Come funzioneranno questi viaggi? In modo molto semplice: si partirà da piattaforme galleggianti e/o isolate con una navicella piuttosto di ampia dimensione che offrirà lo stesso volume di un Airbus A380 per portare a bordo da 80 a 200 persone. Sotto, ci sarà il razzo BFR – Big Fu**ing Rocket alias Grande Fo**uto Razzo – che potrà andare oltre trenta volte la velocità di un normale volo commerciale fino alla straordinaria velocità di 27000km/h.

    Così, in 29 minuti si volerà oltre l’Atlantico da Londra o Parigi fino a New York, mentre da Los Angeles a Shanghai attraverso il Pacifico serviranno solo 36 minuti. La lunghissima tratta da Zurigo in Svizzera a Sydney in Australia durerà 50 minuti. La procedura è quella ben nota: il razzo sgancerà la navicella all’apice e se ne tornerà da solo alla base, o alla successiva partenza, atterrando in verticale. La sonda atterrerà dall’altro lato.

    Quanto e quando aspettarci da questa anticipazione?

    Musk ha parlato per soli 10 minuti di questo progetto, seppur avendoci messo tutto il suo possibile impegno. L’idea è concreta e sembra ben avviata, inoltre c’è anche un’indicazione sul prezzo del biglietto che potrebbe essere paragonabile a quello di un volo intercontinentale in economy.

    Meglio non farsi prendere troppo dall’entusiasmo, ad ogni modo perché la prudenza è sempre d’obbligo.