Come cancellare i messaggi inviati su WhatsApp

Come cancellare i messaggi inviati su WhatsApp con la nuova funzionalità

da , il

    Come cancellare i messaggi inviati su WhatsApp

    Come cancellare i messaggi su WhatsApp per evitare che il destinatario li possa leggere oppure li possa conservare? Finalmente, l’applicazione di messaggistica gratuita più famosa in Occidente apre a questa feature chiesta a grande voce che è un vero toccasana per eventuali errori o ripensamenti. C’è un limite di 7 minuti dal momento dell’invio e per ora non garantisce un funzionamento nel 100% dei casi, ma è davvero una gran bella novità.

    Inoltre, funziona con tutti e tre i sistemi operativi supportati dunque non soltanto Android e iOS di Apple, ma anche quel Windows Mobile ancora molto diffuso. Scopriamo tutto.

    Ma scopriamo come fare per eliminare i messaggi su WhatsApp grazie alla semplicissima funzionalità che è stata finalmente introdotta in modo ufficiale all’interno del software più utilizzato in Italia per la messaggistica gratuita e per la condivisione di file multimediali. Ricordiamo che funziona non soltanto per Whatsapp su Android e Whatsapp per iOS, ma anche per Whatsapp per Windows Mobile.

    Come eliminare un messaggio su WhatsApp

    Per eliminare un messaggio su WhatsApp è necessario tenere premuto col dito sull’elemento stesso che può essere non soltanto una chat, ma anche una foto oppure un video così come un documento, un messaggio vocale o ancora una posizione geolocalizzata e cliccare sul cestino. Si dovrà dunque poi selezionare Elimina per tutti per confermare.

    Il destinatario sarà informato che abbiamo cancellato il messaggio? Sì, perché al posto dell’elemento sarà visualizzata la scritta Questo messaggio è stato eliminato. Una funzionalità dunque molto facile da utilizzare che però presta il fianco ad alcuni potenziali limiti che vedremo qui sotto.

    I limiti della cancellazione dei messaggi WhatsApp

    Prima di tutto c’è un limite temporale: non si possono cancellare messaggi più vecchi di sette minuti. Passato questo tempo si dovrà necessariamente mettersi il cuore in pace e al massimo si potrà cancellare la copia del messaggio in nostro possesso e sul nostro dispositivo (con la stessa procedura), nel caso in cui si volesse celare qualcosa dalla cronologia della conversazione.

    Il secondo limite è dovuto al fatto che non si sarà mai veramente informati se la procedura sarà andata o meno a buon fine, dunque magari se c’è stato un problema di connessione potrebbe anche non essere stato eliminato. Terzo e ultimo, ma non per importanza: se il destinatario era collegato prima dell’eliminazione allora ciccia perché avrebbe comunque potuto leggerlo.

    WhatsApp insegue i rivali

    Questa funzionalità richiesta a grande voce e presente da diverse versioni beta (ma poi falciata al momento dell’ufficialità) non fa altro che confermare che WhatsApp in questo momento può solo rincorrere i rivali che macinano più velocemente terreno. Dopo i pagamenti in piattaforma e dopo che le chiamate e videochiamate sono arrivate con colpevole ritardo ora anche questa decisione segue in modo pedissequo ciò che rivali solidissimi come WeChat adoperano da tempo. Ricordiamo che la stessa funzione su Telegram, invece, estende il tempo di ripensamento fino a 48 ore, due giorni.