Pokemon Go AR+: bonus e nuovi metodi di cattura

Una nuova rivoluzione è pronta ad investire Pokemon Go con la realtà aumentata di nuova generazione ossia AR+ (Plus) che apre a nuovi bonus e metodi di cattura

da , il

    Pokemon Go AR+: bonus e nuovi metodi di cattura

    Una nuova rivoluzione è pronta a investire Pokemon Go con AR+ ossia Augmented Reality Plus che possiamo tradurre come realtà aumentata di nuova generazione. La novità sarà presto operativa, ma soltanto su piattaforma iOS ossia iPhone e dovrebbe debuttare anche su Android nei prossimi mesi, con meno fretta. È apparso anche un video che mostra meglio di tante parole come apparirà questa nuova funzione.

    Parliamoci chiaro: la realtà aumentata in Pokemon Go non è così popolare, a usare un eufemismo. D’altra parte, perché complicarsi la vita con un metodo che rallenta di molto le operazioni e consuma ancora più batteria di quella che già viene sfruttata normalmente? Niantic prova a recuperare questa feature con bonus e nuove modalità di gioco che andremo ora a raccontarvi.

    Quante volte i videogiocatori abituali di Pokemon Go hanno sfruttato la realtà aumentata? Forse nei primi giorni del lancio, quando c’era la curiosità della novità. In seguito, soltanto per scattare qualche foto in realtà aumentata con il Pokemon magari leggendario che si staglia con lo sfondo di un monumento o di una bellezza naturale oppure di qualche gioco di prospettiva o oggetto curioso. Ma non era sufficiente e così si è pensato a creare un incentivo.

    Che cos’è la realtà aumentata

    Charizard Snorlax

    Partiamo da un piccolo prologo, ossia che cos’è la realtà aumentata: trattasi di uno strumento che va a creare appunto un livello superiore a quel i nostri occhi vedono, attraverso la tecnologia. Nello specifico, ci si appoggia allo smartphone come fautore di questa magia in questa sequenza: la fotocamera inquadra ciò che abbiamo davanti, il GPS ci localizza, la bussola digitale sa dove siamo orientati, la connessione al web scarica le informazioni dalla rete.

    Il risultato è presto detto: siamo davanti a un monumento e sullo schermo appaiono le informazioni a proposito dato che il dispositivo sa dove siamo e cosa stiamo guardando e così sarà sempre come avere una guida tascabile. Il potenziale è davvero molto ampio e nel mondo dei videogiochi potrebbe trovare il giusto respiro.

    La nuova realtà aumentata in Pokemon Go

    Pokemon Go ha da subito abbracciato la realtà aumentata: quando si sta catturando un animaletto, si può attivare questa funzione ed ecco che il mostriciattolo apparirà con lo sfondo del mondo reale. Tutto molto bello, ma un po’ ripetitivo e rallenta di molto la giocabilità così si è pensato a offrire qualche cosa in più come ad esempio un bonus di polvere di stelle (che alla fine è la risorsa più importante del gioco) e una più divertente modalità di gioco che prova a coinvolgere di più l’utente.

    Nello specifico, con l’AR+ su Pokémon GO, quando si incontrerà un Pokemon selvatico si aprirà la solita visualizzazione in realtà aumentata ma appariranno anche elementi come arbusti da muovere per far uscire l’animaletto e poi procedere a catturarlo se questo scapperà spaventato. Già perché apparirà un indicatore di pericolo e se sarà colmo, il Pokémon fuggirà. Se si riuscirà si avrà un bonus del 50% di polvere di stelle in più e si potrà ottenere così il bonus del Catturatore Esperto.

    Per ora AR+ di Pokémon GO sarà disponibile da iPhone 6s o superiore con sistema operativo iOS 11 mentre per Android si dovrà attendere qualche tempo ancora.