Baywatch 2.0: il robot bagnino che salva i bagnanti

  Non sarà prosperosa come Pamela Anderson, ma Emily ti salva la vita senza troppi fronzoli: è lo specialissimo robot-bagnino motorizzato che viene lanciato in mare e radiocomandato per recuperare bagnanti in difficoltà.   L’idea è geniale: si prende uno di quei galleggianti di salvataggio simili a piccoli siluri – tipici del film Baywatch – […]

Pubblicato da Diego Barbera Lunedì 28 giugno 2010

Baywatch 2.0: il robot bagnino che salva i bagnanti

 
Non sarà prosperosa come Pamela Anderson, ma Emily ti salva la vita senza troppi fronzoli: è lo specialissimo robot-bagnino motorizzato che viene lanciato in mare e radiocomandato per recuperare bagnanti in difficoltà.
 
L’idea è geniale: si prende uno di quei galleggianti di salvataggio simili a piccoli siluri – tipici del film Baywatch – lo si riempie d’hitech e voilà ecco EMILY (EMergency Integrated Lifesaving lanYard) che coadiuverà il lavoro dei bagnini in carne, ossa e costume
(video sotto)

EMILY è in fase di test con svariati modelli a Zuma Beach nella fantastica zona di Malibu in California ma entro Dicembre sarà impiegato in 25 altre località. All’interno del corpo galleggiante – con livrea rosso-crociata – troviamo un sonar che può percepire i movimenti affannosi di bagnanti in difficoltà.
 
Una videocamera permette all’operatore di guidare EMily tra le onde, uno speaker – magari con la voce di Mitch Buchannon – rassicurerà e darà istruzioni al salvato. Con il suo propulsore elettrico può navigare a circa 40 km/h e può superare abbondantemente i 100 km con una singola carica.
 
Ecco il video.

 
Per ora EMILY è radiocomandato ma la società produttrice Hydronalix promette che presto arriverà una versione autonoma per 3000 dollari ciascuna.