iPhone XS seconda generazione con antenne migliorate

iPhone XS di seconda generazione dovrebbe andare a montare una tecnologia di antenna differente rispetto a quella nel 2018 e del 2017 di iPhone X, per un costo di produzione più bassi e una maggiore ricezione tutte le informazioni.

Pubblicato da Diego Barbera Lunedì 12 novembre 2018

iPhone XS seconda generazione con antenne migliorate

iPhone XS seconda generazione dovrebbe andare a introdurre una nuova tecnologia legata all’antenna che va da un lato a migliorare la ricezione e dall’altro ad abbassare sensibilmente i costi di produzione. I futuri smartphone di Apple che vedranno la luce verosimilmente in autunno prossimo dovrebbero così andare a migliorare un componente spesso ignorato, ma che invece è fondamentale per l’esperienza d’uso quotidiana. D’altra parte, proprio grazie all’antenna, si può avere una connessione al web veloce e stabile oltre che telefonare in modo rigoroso e ad alta qualità. Facciamo un punto di tutti i rumors sopraggiunti finora.

Avevamo già parlato delle prime indiscrezioni sugli iPhone del 2019 che dovrebbero andare a offrire un corpo completamente waterproof così da resistere in modo ancora più consistente al contatto con l’acqua, interperie e ad agenti esterni che normalmente andrebbero disintegrare dispositivi elettronici. L’ultima tornata di voci di corridoio riguarda invece la tecnologia dell’antenna e arrivano da fonti affidabili.

Le future antenne di iPhone XS seconda generazione

Non specifico, l’analista Ming-chi Kuo ha affermato al portale TS International che gli iPhone 2019 andranno a utilizzare un set differente di antenne con la tecnologia applicata che cambia rispetto a quella attuale. Se iPhone XS, iPhone XS Max e iPhone XR andavano a basarsi su antenne con tecnologia Liquid Crystal Polymer alias LCP, come anticipato dall’analista i modelli prossimi venturi andranno a mantenere la stessa tecnologia per due antenne e per le altre quattro applicheranno tecnologia MPI Modified Polyimide.

Tutto questo perché le antenne LCP sono tra le più costose da produrre mentre quelle MPI sono più economiche e possono offrire una ricezione migliore. Sembra dunque che la richiesta di antenne LCP andrà a ridursi del 70% la seconda metà del prossimo anno per la società di Cupertino.

Secondo quanto affermato da Kuo, la tecnologia modified polyimide (MPI) andrà dunque a rimpiazzare in modo graduale quella Liquid Crystal Polymer (LCP) diventando la tecnologia di mainstream nel 2019 per i nuovi modelli di iPhone. Secondo le altre indiscrezioni, i futuri modelli di nuova generazione di XS Max, XS e XR continueranno ad offrire una diagonale da 6.5″ OLED, 5.8″ OLED e 6.1″ LCD.