USB Killer, la chiavetta che frigge i PC cerca fondi

USB Killer, la chiavetta che frigge i PC cerca fondi tramite una campagna su Indiegogo. Richiesti 99 dollari per la penna USB che distrugge i computer.

Pubblicato da Alberto Marini Lunedì 9 novembre 2015

USB Killer chiavetta frigge PC

La chiavetta USB Killer che è in grado di friggere i PC di tutto il mondo è alla ricerca di fondi. Il team composto da tre informatici russi ha presentato su Indiegogo una campagna per finanziare questo pazzo progetto. L’obiettivo degli creatori è quello di raggiungere 10 mila dollari di finanziamento, a fronte di una spesa di 99 dollari per ogni singola chiavetta. Andiamo a scoprire più in dettaglio cosa sta succedendo e perché questo progetto può rivelarsi estremamente pericoloso.

La chiavetta che frigge i PC disponibile per tutti

USB Killer

Ve la ricordate USB Killer, la chiavetta che frigge qualsiasi computer? Ne avevamo parlato non molto tempo fa e adesso i creatori sono alla ricerca di 10 mila dollari di finanziamento su Indiegogo. La campagna è appena iniziata e per ottenere questo dispositivo in grado di distruggere tutti i PC del mondo bastano 99 dollari. Nel momento in cui scriviamo sono stati raggiunti 1350 dollari e mancano ancora 15 giorni al termine della campagna.

USB Killer: un pericolo imminente

Chiavetta USB Killer

Se USB Killer poteva sembrare un semplice esperimento, adesso scopriamo che i creatori hanno deciso di renderla accessibile a tutti. Basta connetterla ad una porta USB del computer per rendere quest’ultima completamente inutilizzabile.

Ma perché permettere a tutti di avere una penna USB in grado di fare danni irreparabili? Bruciare le porte USB permette di bloccare il furto di dati e rendere il computer più sicuro. Oggi, infatti, è sempre più comune che avvenga furto di dati tramite l’impiego delle classiche chiavette USB.

Grazie a USB Killer è possibile bloccare accessi non autorizzati tramite le porte dei computer. Ovviamente, i creatori sottolineano il fatto che questa penna USB debba essere utilizzata solo in caso di emergenza. Inoltre, per far ritornare la porta USB funzionante basterà modificare alcuni componenti.

USB Killer: un’arma di difesa?

Porta USB

Se da un lato USB Killer punta ad essere una sorta di arma di difesa, dall’altro è evidente che possa causare ingenti danni alla scheda madre del computer. Infatti, questo prodotto è iin grado di scaricare in una porta USB 220 volt negativi.

Infine, qualora la campagna su Indiegogo terminerà superando 40 mila dollari, il team ha promesso di introdurre all’interno della chiavetta altre capacità, come quella di archiviare dati codificati e distruggere dati salvati, in caso di apertura fisica del case del PC.