Presentazione iPad 3 live

iPad 3 o iPad HD o ancora iPad Mini? E magari pure Apple TV di nuova generazione? Segui con noi la presentazione di Apple con il live blogging

da , il

    apple ipad 3 hd yerba buena

    Il grande giorno di iPad 3 o iPad HD è arrivato e la grande ora sta per giungere: tra meno di 60 minuti il palco dello Yerba Buena Center di San Francisco accoglierà la presentazione dei nuovi dispositivi e delle nuove tecnologie di Apple. Quali saranno le novità? Il terzo tablet sembra scontato, è ancora però da comprendere quale sarà la sua composizione tecnica e ovviamente anche il nome con il quale si presenterà in commercio. E se per assurdo fosse l’ormai accantonato formato più piccolo, iPad Mini? Ma potrebbe esserci anche un “One more thing…” per dirla alla Steve Jobs ossia la TV di Apple. E se le due novità fossero strettamente concatenate tra loro?

    Come sarà iPad 3 o iPad HD? Dovrebbe portare il livello della potenza verso un gradino decisamente superiore rispetto alla seconda versione, iPad 2. Facciamo un riepilogo della scheda tecnica probabile con uno specchietto per una lettura più pratica:

    • Schermo touchscreen capacitivo multitouch 9.7 pollici Retina Display
    • Risoluzione 2048×1536 pixel
    • Processore dual core Apple A5X Macroscalar
    • Fotocamera da 3 megapixel con videorecording HD
    • Antenna LTE
    • 1GB Ram
    • Memoria da 16, 32 e 64GB

    Qui sopra possiamo ammirare l’invito che era giunto nelle redazioni americane per partecipare all’evento di questa sera. Quel “Qualcosa da vedere e toccare” è un po’ il sunto di ciò che si tratterà durante l’oretta di presentazione. Sembra più che certo un pannello di display ad altissima qualità, che forse raggiungerà la risoluzione di 2048×1536 pixel. Anche la connessione LTE sembra pronosticabile e stesso dicasi per un processore dual core più performante o addirittura un quad core. Nel frattempo giungono indiscrezioni sulla tecnologia E-Sense sviluppata dalla società finlandese Senseg, che darebbe senso al “Vedere e toccare” perché farebbe sì che ogni pixel emettesse una sorta di impulso elettrico che all’utente apparirebbe come un feedback tattile più realistico e concreto. Quasi come se non fosse un touchscreen quello che si sta sfiorando, ma piuttosto un oggetto solido e irregolare.

    Intanto gli Store di Apple sono offline, sintomo inequivocabile che saranno presentai nuovi prodotti che si potranno ordinare subito dopo la presentazione, ecco la schermata.

    Ore 18.55 – Mancano cinque minuti alla presentazione e la sala dello Yerba Buena è già ovviamente completa in ogni ordine di posto. Inutile specificare che la quasi totalità dei giornalisti e blogger presenti ha sulle gambe un Macbook Pro o un Macbook Air, c’è anche chi pubblica direttamente da iPad. Le note di Adele hanno allietato l’attesa, ma manca pochissimo, la tensione sale.

    Ore 19 – Tim Cook sale sul palco, inizia parlando dell’era post-PC della quale iPad è il re incontrastato. “Stiamo per vivere una grande mattinata (NDR sera per noi), Apple è il traino di questa rivoluzione. Il PC non è più al centro del mondo digitale personale, ma solo un dispositivo, stiamo parlando di un mondo nuovo dove i device che si usano sono, devono essere più portabili e molto semplici da usare”.

    Ore 19.05 – Cook continua il discorso “Abbiamo già presentato 3 dispositivi post-PC come l’iPhone, l’iPod e l’iPad, Apple è fortunata perché è presente in tutti e tre questi settori”. Fa riferimento ovviamente agli smartphone, i lettori multimediali e i tablet che hanno fruttato il 75% dei profitti Apple con 172 milioni di unità complessive. Ecco l’immancabile momento dei numeri, dell’autocelebrazione con i risultati e un po’ di immagini dei vari Apple Store presenti nel mondo, soprattutto quelli nuovi. Si riconosce quello di Amsterdam. Sono 362 in tutte i continenti e hanno attirato 110 milioni di visitatori nell’ultimo quarto 2011.

    Ore 19.10 – C’è già un’anticipazione dei pezzi forti: l’assistente vocale Siri sarà parte di iOS 5.1 anche in Giapponese, da subito. L’App Store è a quota 585.000 applicazioni. Novità anche per iCloud: da ora sono supportati i film anche sulla piattaforma sulle nuvole e la qualità non può che essere Full HD 1080p così da essere sfruttata appieno sui nuovi schermi ultradefiniti di iPad 3 e della Apple TV?

    Ore 19.12 – Ed ecco la nuova Apple TV con pieno supporto Full HD! Supporterà nativamente iTunes Match e come spiega Eddie Cue appena salito sul palco, le nuove puntate degli show americani e dei serial TV saranno disponibili il giorno seguente alla messa in onda. Cambia in meglio l’interfaccia, con funzionalità intelligente Genius che consiglia in base ai propri gusti. Tutte informazioni sugli USA, ma per noi in Europa non si dice mai niente? Dai che si parla di iPad ora, ne sono stati venduti 15.5 milioni nell’ultimo quarto commerciale; sono più dei computer HP (leader mondiale, fermo a 15.1)

    Ore 19.20 – Tim Cook è risalito sul palco e racconta di come Apple sia orgogliosa di un dispositivo che in due anni ha frantumato tutti i record e che ha già 200.000 applicazioni dedicate. “Sono stati lanciati oltre 100 tablet rivali quest’anno ma nessuno offre un’esperienza paragonabile”, dice Cook. Frecciata a Samsung “Twitter su un tablet Samsung – è presente sul palco! – è come sfruttare un’app per smartphone adattata a un tablet”. Ma ecco il nuovo iPad, Phil Schiller è chiamato in causa

    Ore 19.22 – Ok va bene ma come si chiama e com’è? Schiller racconta che monterà il Retina Display “Dovete provarlo per comprendere quanto sia fantastico”, tanto piacere però. Dall’unica foto mostrata si vede il tasto Home, sembra piuttosto identico al secondo tablet, iPad 2. “Per la prima volta iPad ha una risoluzione maggiore dello schermo che ho qui dietro”, ironizza Schiller “E’ il migliore schermo per un dispositivo mobile”. Va bene, ma fuori il nome! Continua sullo schermo: ha un milione di pixel più di una HD TV 1080p, una densità di pixel per pollice di 264ppi, 3.1 megapixel di risoluzione appunto con un rapporto di 2048 x 1536 pixel.

    Arrivano anche indicazioni sul processore, è un Apple 5X con grafica quad core, la videocamera è iSight come quella dei Macbook. La fotocamera posteriore è da 5 megapixel con sensore retroilluminato, lenti a 5 elementi, filtro IR, autofocus, regolazione del bilanciamento e videorecording Full HD. Supporterà il “dettato” digitalizzando ciò che si dice nei linguaggi inglese, francese, tedesco e giapponese. E avrà LTE come connettività!

    Ore 19.40 – Arrivano altri dettagli: sarà spesso 9.4 millimetri e pesa 700 grammi circa. I prezzi: $499, $599, e $699 per 16, 32, e 64GB. $629, $729, e $829 con versione 4G. Arriverà in US, Canada, UK, France, Germany, Switzerland, Japan il 16 marzo mentre da noi solo il 23 marzo.

    Ore 19.50. Spazio alle dimostrazioni individuali delle varie funzionalità. Parte Namco con la demo di un gioco in 3D ad altissima definizione, davvero stupefacente. Epic Games ci mostra invece il gioco “Dungeons” che continua la saga di casa. Spazio anche per la società Autodesk che presenta una suite di funzionalità che sfruttano le performance grafiche del nuovo tablet con schermo in altissima definizione. Si aggiornano anche iWork e i suoi software Keynote, Numbers e Pages e iLife per iPad. Stesso dicasi per il gioco Garage Band e per il software di video-editing iMovie.