Nelson Mandela è morto: le reazioni su Twitter

Nelson Mandela è morto in Sudafrica all'età di 95 anni e Twitter gli rende omaggio con dediche e frasi che vanno a ricordare lo storico e rivoluzionario presidente sudafricano gravemente malato

da , il

    Nelson Mandela è morto a Pretoria all’età di 95 anni a causa dei postumi di un’infezione polmonare che l’aveva costretto a letto da diversi mesi, debilitando notevolmente il suo fisico già provato da una vita molto intensa e vissuta spesso . Twitter si è immediatamente mobilitato per ricordare e rendere omaggio a questa figura importantissima del XX e XXI secolo. Lo storico primo presidente sudafricano eletto democraticamente dopo la fine dell’apartheind si è spento serenamente circondato dall’affetto della famiglia e dell’intero popolo del paese che ha contribuito a rivoluzionare, meritando così il Premio Nobel per la Pace nel 1993 insieme al predecessore Frederik Willem de Klerk. Pur essendo stato in carica solo per cinque anni ossia dal 1994 al 1999, è rimasto il presidente sudafricano per eccellenza.

    La notizia della morte di Nelson Mandela è stata data dall’attuale presidente sudafricano Jacob Zuma che ha poi commentato: “Ora si sta riposando, si sta riposando in pace. La nostra nazione ha perso il suo più grande figlio. Il nostro popolo ha perso un padre”.

    Mandela è stato leader del movimento anti-apartheid, iniziando il proprio periodo di attivismo nel 1961 come comandante dell’ala armata Umkhonto we Sizwe dell’ANC altrimenti noto come “Lancia della nazione” o MK che co-fondò per andare a sabotare e mettere bastoni tra le ruote dell’esercito. Arrestato nel 1962 fu tenuto in carcere per 5 anni con l’accusa di viaggi illegali all’estero e incitamento allo sciopero. Dopo un processo che condannò all’ergastolo tutti i leader dei rivoltosi anti-apartheid, trascorse in prigione i successivi 27 anni fino alla liberazione nel 1990.

    Ecco il video con il discorso di Mandela poco dopo la sua liberazione, in occasione del Free South Africa del 16 aprile del 1990 allo stadio di Wembley. Inizia al minuto 5’36″ perché la folla applaudiva così forte e così tanto da non lasciarlo parlare prima.

    Non appena liberato, lavorò con il presidente Frederik Willem de Klerk per l’abolizione dell’apartheid e fu il primo presidente eletto in seguito all’apertura alle candidature multirazziali nel 1994. Pur avendo terminato il mandato nel 1999, il suo partito chiamato African National Congress, ha continuato a governare fino a oggi. Ecco le prime reazioni su Twitter alla notizia della scomparsa di Mandela.

    E come hanno risposto le celebrità?

    Inziamo da Barack Obama: “Let us pause and give thanks for the fact that Nelson Mandela lived.” —President Obama.

    L’ex presidente Bill Clinton: “I will never forget my friend Madiba.”

    Dallo spazio, l’astronauta Chris Hadfield posta una foto del Sudafrica: “Cape Town, South Africa and the South Atlantic calling to forever.”

    Mike Tyson ha pubblicato una foto con Mandela: “I’m hearing about Nelson Mandela’s death while on African soil in Oran, Algeria. Sending prayers to Mandela’s family.”

    Il primo ministro inglese David Cameron: “PM: A great light has gone out in the world. Nelson Mandela was a hero of our time. I’ve asked for the flag at No10 to be flown at half mast”

    Bill Gates: “Every time Melinda and I met Nelson Mandela, we left more inspired than ever. His grace and courage changed the world. This is a sad day.”

    Samuel L. Jackson: “Never met a better person in my life than Nelson Mandela. My sympathy to his family & his country.”

    Michael Moore lancia un’esortazione: “President Obama – please attend Nelson Mandela’s funeral on behalf of all of us.”

    Mandela sarà ricordato nella storia per le sue attività pacifiste e per il suo sacrificio e c’è chi dice che il suo destino sia stato in parte già anticipato dal nome visto che alla nascita gli era stato assegnato Rolihlahla che significa colui che provoca guai. Guai, sì, ma rivoluzionari e tutt’altro che negativi.