Spotify: 5 alternative gratis per iPhone, iPad e Android [FOTO]

Spotify: 5 alternative gratis per iPhone, iPad e Android [FOTO]

Scopriamo le cinque alternative più efficienti e interessanti di Spotify, il celebre software e servizio per ascoltare la musica in streaming dal web

da in Android, Applicazioni, Spotify
Ultimo aggiornamento:

    Spotify ha almeno 5 siti alternativi valide per ascoltare musica on demand in streaming in modalità gratis su dispositivi come iPhone, iPad e Android oltre che dal PC. Il ventaglio dei servizi offerti va sempre più allargandosi e si rendono disponibili decine di milioni di brani musicali. Ma cosa significa ascoltare musica in streaming ‘on demand’? La parola significa letteralmente ‘su richiesta’ e racchiude il principiò secondo il quale non si è più possessori della musica ma della chiave di accesso ad essa. Infatti per ascoltare musica ‘on demand’ non necessitiamo di scaricare nessun tipo di file ma abbiamo bisogno semplicemente di una connessione internet possibilmente con ADSL. Nel proseguimento di questo articolo vi mostreremo 5 alternative valide e molto simili a Spotify.

    Spotify nasce nel 2008 ma approda in Italia solo nel 2013 e tra le sue funzionalità può vantare la creazione di playlist, l’integrazione con i social network oltre la possibilità di ascoltare stazioni radio in diretta. Il servizio prevede tre pacchetti al quale aderire. Il primo è quello a base gratuita e permette di ascoltare musica illimitatamente ma con la sovrapposizione di pubblicità visiva, il secondo e il terzo invece sono a pagamento e permettono di ascoltare musica senza pubblicità e di accedere a funzioni aggiuntive come quella che riguarda la qualità dello streaming con un ‘bitrate’ che arriva fino a 320 kb/s.

    SPOTIFY GRATIS SENZA PIU’ LIMITE DEI SEI MESI

    Quali sono le sue alternative?

    1) Grooveshark

    Grooveshark il portale di musica On Demand per sentire musica gratis di tutti i generi

    Grooveshark è un portale web dedicato alla musica che consente di condividere ed ascoltare brani musicali di ogni genere da scegliere tra 15 milioni di file. Ha più di 30 milioni di utenti in tutto il mondo ed è nato nel lontano 2006 in Florida da alcuni universitari. La caratteristica migliore del servizio è sicuramente la gratuità in quanto non dovremo sborsare nemmeno un euro per poterlo utilizzare. Chi paga allora i diritti d’autore? Semplicissimo, inserzionisti pubblicitari di alto livello che investono correntemente nel sito. Un’altra caratteristica peculiare di Grooveshark riguarda la particolare attenzione alla musica indipendente, permettendo a chiunque di caricare brani musicali anche sconosciuti per aumentarne la divulgazione. Per finire l’ultima funzionalità interessante è quella che suggerisce la musica da ascoltare in base alla conoscenza che nel tempo Grooveshark acquisisce dei nostri gusti.

    MUSICA GRATIS ONLINE GRAZIE A GROOVESHARK

    2) Play.me

    Play.me l'alternativa italiana a Spotify

    Play.me è una valida alternativa a Spotify che permette di ascoltare più di 9.5 milioni di brani musicali di alta qualità in modalità on demand (su Spotify ve ne sono oltre 15 milioni). Si tratta di un progetto italiano che mette a disposizione una versione gratuita per accedere a playlist e radio, mentre finita tale prova i prezzi del servizio partono da 4.99 euro al mese, più o meno come Spotify.
    Un elemento che distingue Play.me è il fatto che non necessita di nessuna installazione, bisognerà semplicemente accedere al sito con le proprie credenziali per poter iniziare ad ascoltare musica e radio. Play.me mostra inoltre classifiche di ogni genere, da quelle relative alle ultime novità dei brani in MP3, le top 10 e gli artisti più in voga del momento.

    Questo servizio inoltre è anche disponibile per smartphone e tablet e con la funzione sync offline potremo ascoltare musica anche senza connessioni WiFi, cosa che invece non è possibile con Spotify.

    PLAY.ME, CANALE TV MUSICALE SU FACEBOOK

    3) Deezer

    Deezer una valida alternativa a Spotify per ascoltare musica On Demand

    Deezer l’alternativa a Spotify, si distingue per il gran numero di brani da ascoltare che si aggira intorno ai 30 milioni (15 milioni per Spotify). Deezer è un servizio francese che afferma la sua presenza anche in Italia con l’intento di offrire un servizio di qualità. Anche in questo caso non saranno necessarie installazioni di programmi per l’ascolto in quanto il sito lavora completamente online secondo la modalità ‘on demand’, previa registrazione da effettuare eventualmente anche tramite Facebook. Il servizio è gratuito ma con delle limitazioni, infatti Deezer offre agli utenti un pacchetto denominato ‘Discovery’, che vuol dire ‘alla scoperta’, che permette di utilizzare tutte le funzionalità e scaricare ogni tipo di brano per sei mesi dopo i quali saranno disponibili soltanto 2 ore alla settimana o in alternativa si paga il canone.

    4) Audiolizer

    Audiolizer

    Un servizio dai caratteri essenziali e senza costi, che potrebbe essere una buona alternativa a Spotify è Audiolizer che permette anche di vedere i video delle canzoni se disponibili. La caratteristica peculiare rispetto agli altri siti è che la musica non è archiviata in un server di proprietà della società ma sfrutta il raccordo con la musica di terze parti come quella di YouTube. E’ comunque possibile creare playlist, così come per Spotify, includendo anche la propria libreria di iTunes, e scegliere tra tantissimi generi musicali che vanno dal rock classico al country. Il servizio è gratuito e si mantiene grazie alle pubblicità, molti utenti però lamentano alcuni malfunzionamenti in quanto non sempre le canzoni partono per la riproduzione.

    5) Rdio

    Rdio il servizio semi gratuito di musica in streaming

    Rdio è un altro servizio molto simile a Spotify che permette di ascoltare musica ‘on demand’ su tutti i dispositivi desktop come Windows, Mac, Linux ma anche con dispositivi mobili tramite la sua applicazione disponibile per iOS, Windows Phone, Android e BlackBerry. Oltre a poter ascoltare musica Rdio ha un servizio molto interessante che permette l’ascolto di stazioni radio e un sistema di preferenze per esse, servizio che anche in questo caso è supportato anche da Spotify. Se effettuiamo la registrazione con Facebook ci darà inoltre la possibilità di condividere con gli amici le playlist ed i brani e di sapere sempre quali sono le tendenze musicali delle persone a te vicine. Purtroppo Rdio, come Spotify e gli altri di cui vi abbiamo parlato sopra, è a pagamento con una versione di prova senza limitazioni per un solo mese dopodichè sarà necessario pagare l’abbonamento.

    1230

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AndroidApplicazioniSpotify
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI