Samsung Gear S: scheda tecnica dello smartwatch con schermo curvo

In anticipo rispetto all'evento IFA 2014, Samsung ha annunciato Gear S, nuovo smartwatch con schermo da 2 pollici basato sul sistema operativo Tizen

da , il

    Samsung Gear S

    Samsung Gear S è ufficiale. L’IFA 2014 di Berlino sarà ricordata come l’evento degli smartwatch: insieme a LG, Motorola, ASUS e Sony, Samsung ha annunciato il suo ultimo prodotto indossabile della categoria smartwatch. Stiamo parlando del Gear S, nuovo dispositivo supportato dal sistema operativo proprietario Tizen e dalla suite di applicazioni di Samsung, come S Health per fitness e salute. “Il Samsung Gear S ridefinisce l’idea di indossabile intelligente e la cultura della comunicazione mobile” ha spiegato JK Shin, amministratore delegato di Samsung. Prezzo e data d’uscita non sono ancora stati annunciati, ma non è da escludere la contemporaneità con il prossimo Galaxy Note 4.

    A differenza delle indiscrezioni, Samsung non ha atteso l’inizio dell’IFA di Berlino per svelare il suo nuovo smartwatch: Gear S. La caratteristica che più di tutte lo distingue sia dai precedenti dispositivi indossabili sudcoreani che da altre proposte concorrenti (come la linea G Watch di LG) è la connettività 3G. In poche parole, Gear S può essere usato in totale autonomia poiché non necessita di uno smartphone per connettersi alla rete cellulare: chiamate, SMS e internet (social network, soprattutto) possono essere facilmente gestiti direttamente dallo schermo dello smartwatch. Così facendo, il Gear S prende le distanze dagli smartwatch fin qui commercializzati, inclusi i Galaxy Gear o Gear 2 della stessa Samsung, che necessitavano per forza di uno smartphone, inizialmente solo Galaxy Note 3 e Galaxy S4, per offrire un’esperienza utente efficace. Non per questo, comunque, la comunicazione tra Gear S e smartphone Android sarà più limitata, ma lo smartwatch avrà vita a sé.

    “Il Samsung Gear S ridefinisce l’idea di indossabile intelligente e la cultura della comunicazione mobile” ha spiegato JK Shin, amministratore delegato di Samsung. “Permetterà ai consumatori di vivere una vita realmente connessa ovunque, sempre”. Il cuore del Gear S è un processore dual-core realizzato da Qualcomm da 1 GHz. Lo accompagnano 512 MB di RAM, 4 GB di memoria interna, connettività Wi-Fi e Bluetooth. La batteria integrata è da 300 mAh che con un uso non eccessivo può garantire fino a due giorni consecutivi di utilizzo, stando alle stime ufficiali dell’azienda di Seoul. “Samsung Gear S è anche un perfetto dispositivo da compagnia per salute e fitness grazie ai multi-sensori migliorati, al GPS integrate e alle robuste caratteristiche S Health” si legge nel comunicato ufficiale. “In aggiunta, applicazioni come Nike+ Running permette agli utenti di tenere traccia delle loro corse e rimanere motivati mentre si è in movimenti senza il proprio smartphone”.

    Inoltre oggi Samsung ha anche annunciato un paio di cuffie, Gear Circle. Quando sono accoppiate con uno smartphone, si può sfruttare la connessione Bluetooth per ricevere e gestire le chiamate, ascoltare la musica e dare comandi vocali al dispositivo. Hanno un blocco magnetivo che aderisce al collo dell’utente quando non sono in uso. Integrano una funzione di vibrazione per avvisare di notifiche e chiamate in arrivo; inoltre, sono equipaggiate con una batteria da 180 mAh e un sensore sensibile al tocco. Il lancio dovrebbe avvenire a ottobre in concomitanza con Gear S, in attesa di conoscere il prezzo di entrambi i prodotti.