Natale 2016

Huffington Post acquistato da 315 milioni da Aol, record per un blog

Huffington Post acquistato da 315 milioni da Aol, record per un blog

Huffington Post comprato per ben 315 milioni di dollari da Aol, si tratta della più consistente acquisizione di un blog nella storia del web

da in Internet
Ultimo aggiornamento:

    huffington post

    L’Huffington Post passa alla storia come il più “caro” blog mai acquistato da una grande società, della storia del web. In questo caso il compratore è Aol ossia America On Line che ha messo sul piatto qualcosa come 315 milioni di dollari per assicurarsi il colosso dell’informazione indipendente capace di mettere in cascina oltre 25 milioni di visitatori unici al mese. Grande soddisfazione per Arianna Huffington che ha fondato da sola quello che è diventato uno dei più grandi imperi del settore news di Internet. Secondo le voci ben informate, l’acquisto dell’Huffington Post si concluderà nel giro di quest’estate al massimo.

    Huffington Post passa così a Aol per 315 milioni di dollari, questa è la valutazione di uno dei siti più letti dagli americani (in classifica nel Time da subito) – e non solo – una vera e propria redazione che si è costruita negli anni dopo che la fondatrice Arianna (Huffington appunto) l’aveva aperto nel 2005 con un grande investimento di 1 milione di dollari.

    Il sogno americano trasporto sul web, Huffington Post ha raggiunto 25 milioni di visitatori unici raccogliendo i consensi della sinistra liberale americana e risultando anche fondamentale per l’opinione pubblica che cerca una fonte di notizie slegata dai vincoli ufficiali. Lo stesso spirito che qui in Italia ha mosso Luca Sofri col suo Post.

    Aol verserà 300 milioni cash dunque in contanti, il rimanente in azioni nel corso del secondo trimestre del 2011. Aol prosegue dunque nella sua strategia d’espansione dopo che nel 2009 si era separata da Time Warner. Huffington Post ha attualmente una redazione di 200 persone e genera utili per 60 milioni di dollari (raddoppiati dall’anno scorso), lo stesso non si può dirsi di Aol che investe per uscire dalla crisi.

    371

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Internet

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI