Come tagliare una SIM in Micro SIM

Come tagliare una SIM in Micro SIM
da in Guide HiTech, simcard
Ultimo aggiornamento: Martedì 31/05/2016 10:25

    Da Sim a MicroSim

    Come tagliare una SIM per ottenere una microSIM da inserire in smartphone di ultima generazione come Samsung Galaxy S4? È infatti possibile ricavare col fai da te il formato minore della Sim andando letteralmente a tagliare la plastica intorno al chip facendo attenzione a non rovinarlo e a non levare né troppo né troppo poco. In questa semplice e pratica guida vi racconteremo come fare per adattare il formato in pochi secondi, avvertendovi però dei rischi che si corrono: se non siete dei maghi con le attività manuali è meglio lasciar perdere perché si corre il rischio di rovinare il chip e dunque di essere obbligati a acquistare una microSIM. Di conseguenza, non ci prendiamo la responsabilità dei danni eventuali.

    Ecco come tagliare una SIM in micro SIM

    Che cos’è una microSIM? È una Sim con minor spazio intorno al chip dunque con un ingombro minore che ha facilitato l’innovazione tecnica andando a offrire più spazio per altri componenti più evoluti. Sembra paradossale in un mondo in cui si tende a puntare su schermi sempre più imponenti e dalle diagonali sempre più generose, eppure anche un risparmio di pochi millimetri può essere fondamentale. Quanto costa richiedere una microSIM? Dipende dagli operatori (e anche, purtroppo, ogni tanto anche dal centro telefonico). Mediamente è di 10 euro con 5 euro di traffico incluso.

    Tagliare Sim a Microsim template

    Per chi vuole risparmiare questo pugno di euro oppure per chi si trovasse in una situazione in cui serve urgentemente inserire una Micro SIM, magari in un cellulare appena acquistato, il consiglio è quello di fare tutto con calma e spendendo qualche minuto in più per evitare di combinare problemi irreparabili. Esistono tanti taglierini personalizzati che in poche frazioni di secondo tagliano la Sim, molti centri operatore ne possiedono uno e se il responsabile è gentile potrebbe anche tagliare gratuitamente, ma è un’ipotesi sulla quale non fare affidamento. Così, passiamo alla soluzione fai da te.

    Con righello e penna (meglio pennarello, ma a punta sottile) misurare 12 millimetri in altezza e 15 millimetri in lunghezza prendendo come riferimento l’angolo opposto a quello tagliato in diagonale. La raccomandazione è quella di tenersi più larghi per poi smussare in un secondo momento. Una volta segnato il riferimento si potrà effettuare il taglio in diagonale, che potrà essere piuttosto a occhio prendendo come riferimento lo slot che accoglie la SIM nel telefono. Se la microSIM non entra allora levigate bordi e contorno con una lima da unghie, se una volta inserita nel telefono non funziona, be’ è il caso di preoccuparsi. Ma basta un po’ di attenzione e il gioco è fatto.

    536

    ARTICOLI CORRELATI