Natale 2016

Pregi e difetti iPhone 5S: i pro e contro

Pregi e difetti iPhone 5S: i pro e contro

Pregi e difetti iPhone 5S: ecco i pro e i contro dell'ultimo smartphone di Apple che presenta punti forti e punti deboli che sono amati e odiati

da in Apple, iPhone, Mobile, Smartphone
Ultimo aggiornamento:
    iPhone 5S: hands on dello smartphone Apple

    Quali sono i pregi e i difetti di iPhone 5S ossia i pro e i contro del nuovo smartphone di Apple che ha fatto il proprio debutto internazionale durante lo scorso autunno? È notizia proprio di questa mattina che Cupertino abbia venduto nell’ultimo trimestre commerciale qualcosa come 51 milioni di cellulari, con 5S a fare da traino. Può sembrare un dato straordinario, ma in realtà è sotto le stime che gli analisti avevano offerto e dunque si può parlare di una “piccola” delusione, che è costata alla società californiana anche un certo calo in borsa. Cosa ha più convinto e cosa invece non è affatto piaciuto agli utenti e alla critica dell’ultima generazione del melafonino? Andiamo a scoprirlo insieme, dopo il salto, concentrandoci unicamente sui punti forti e quelli deboli.

    iPhone 5S confezione scatola

    • Qualità dei materiali e del design: è sempre stato un must dei modelli Apple: il metallo (alluminio) conferisce solidità, buon grip, protezione e eleganza. Si può graffiare facilmente, però è un “rischio” comune a tanti altri modelli
    • L’assistenza Apple è nota per la sua disponibilità e velocità di azione. Soprattutto se vi recate presso un Apple Store e se siete all’interno dell’anno di garanzia (se non avete effettuato l’estensione)
    • Mantiene il valore nel tempo meglio di buona parte degli altri smartphone. Se l’avete acquistato svincolato dagli operatori, lo potrete vendere dopo un anno recuperando buona parte della somma spesa
    • Vantaggi dello schermo da 4″: grande maneggevolezza e uso con una mano sola
    • Performance processore e grafiche: grazie alle migliorie del processore (ora a 64bit e ancora con potenzialità tutte da sfruttare) e della scheda grafica, il sistema non lagga e non rallenta, garantendo prestazioni eccellenti in qualsiasi ambito dallo svago al gioco, dalla produttività alla multimedialità
    • Fotocamera migliorata rispetto al 5: è molto sensibile alla luce, veloce nello scatto e sfrutta migliorie ottiche e software; il doppio flash garantisce un’illuminazione ideale a seconda del soggetto scelto
    • Autonomia batteria: con un uso standard e non esagerato arriva a fine giornata
    • Sistema operativo iOS: intuitivo, semplice da usare, con un parco applicazioni e giochi abbondante
    • Pregi TouchID: l’impronta digitale per sbloccare il telefono e per accedere a determinate funzioni di sicurezza è un’idea molto comoda

    iPhone 5S colori

    • Svantaggio schermo da 4″: è ben sotto la media del momento, il mercato dà ragione a una dimensione tra 4.3 e 4.7 pollici come la più amata e gli stessi utenti Apple chiedono un display maggiorato da tempo
    • Non c’è la possibilità di espandere la memoria attraverso una schedina microSD perché non c’è lo slot, non c’è mai stato sugli iPhone; non è così possibile aggiungere ad esempio 64GB spendendo una cifra piuttosto modesta
    • La batteria non è sostituibile dunque per un upgrade oppure per installarne una nuova si deve necessariamente passare dall’assistenza
    • Non può riprodurre video in Full HD perché non supportati dal display che non arriva a tale risoluzione; si “ferma” a 1136×640 per 326 ppi
    • Non è conforme allo standard microUSB dunque per la ricarica batteria e per il trasferimento dati deve passare dai cavi proprietari
    • Non c’è il trasmettitore IR che lo trasformano in un telecomando universale
    • Non c’è il chip NFC (Near Field Communication) che lo rende sincronizzabile in un lampo con gli accessori o con altri dispositivi compatibili; che gli permette di leggere i tag e di attivare dunque opzioni automaticamente e infine non può sfruttarlo per funzioni come il pagamento sicuro tramite smartphone
    • Difetti TouchID: è stato dimostrato che non è così difficile “fregare” il sistema di lettura di impronta digitale.

      In generale – così come per HTC One Max – sembra più un’idea di marketing che effettivamente utile.

    • I primi anni era un segno distintivo e originale possedere un iPhone, soprattutto la prima versione importata e sbloccata dagli USA; poi è diventato uno status symbol cavalcando la cresta dell’onda; oggi è un po’ “scontato”

    Infine il prezzo: si parte da 729 euro per la versione base da 16GB passando a 839 euro per quella da 32GB e a 949 euro per quella da 64GB che ha un costo davvero improponibile. Tra tutti gli smartphone topclass è quello che offre il peggior rapporto di qualità/costo, che è solo parzialmente mitigato dalla promessa effettiva di mantenere buona parte del valore anche a distanza di un anno.

    861

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AppleiPhoneMobileSmartphone

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI