Backup di WhatsApp: come fare pulizia su iPhone e Android

Effettuando un backup di WhatsApp si può liberare di file pesanti che rendono la memoria piena dell smartphone Android oppure di iPhone. Tutti i consigli per i backup di messaggi, conversazioni, foto, video e documenti

da , il

    Backup WhatsApp

    Grazie al backup di WhatsApp possiamo andare a liberare tanto spazio sulla memoria del nostro dispositivo e, al tempo stesso, possiamo mettere al sicuro tutti quegli elementi che vogliamo evitare di perdere. Ad esempio, possiamo effettuare il backup conversazioni WhatsApp salvando sul cloud tutte le chat, ma il discorso può essere anche esteso alla parte multimediale, dunque a tutte le foto e ai video che abbiamo condiviso nel corso degli anni.

    In questa guida andremo a scoprire come fare il backup di WhatsApp su iPhone così come il backup WhatsApp su Android, per svolgere il tutto dal computer con un backup WhatsApp da PC. Ma spazieremo anche nella funzionalità di ripristino del backup WhatsApp e sulla possibilità, o meno, di recupero messaggi Whatsapp senza backup effettuato.

    Tutti noi utilizziamo WhatsApp per cui può essere davvero utile sapere come liberare spazio sul telefono cancellando vecchi file e salvando e mettendo al sicuro quelli che vogliamo conservare. Mentre usiamo WhatsApp, infatti, tendono ad accumularsi molti documenti come foto, video, conversazioni che occupano memoria sul telefono. La maggior parte di questi file, molto probabilmente, non ci servono più ed eliminarli potrebbe essere la soluzione migliore per recuperare qualche MB sul dispositivo. La soluzione più efficiente rimane dunque quella del backup di WhatsApp, che vi racconteremo nel dettaglio.

    Backup Whatsapp su iPhone: chat, foto e video

    Backup WhatsApp

    Per liberare la memoria sugli smartphone Apple, la soluzione migliore è quella di effettuare un backup di Whatsapp su iPhone e si prosegue dunque cancellando i vecchi file di WhatsApp, compito per il quale esistono un po’ di alternative, anche preventive

    Backup WhatsApp iPhone: come fare con iCloud

    Per quanto riguarda il backup WhatsApp su iPhone tutto passa dal sistema proprietario, ossia iCloud, che può fornire il salvataggio e il successivo ripristino. Impostare manualmente la procedura è molto semplice, si deve passare da Impostazioni di WhatsApp > Chat > Backup delle chat e fare un tap su Esegui il backup ora. Per liberarsi da ogni pensiero, c’è la chance di impostare il Backup automatico scegliendo la frequenza di backup ad esempio quotidiana o settimanale. Cosa sarà salvato? Tutto, dalle chat ai file multimediali, ma sarà possibile non considerare elementi come i video, più pesanti.

    Cosa serve per il backup WhatsApp iPhone?

    • OS iOS 7 o versioni successive
    • Connessione attiva a iCloud (Impostazioni iPhone > iCloud)
    • Per iOS 7 si deve mettere su ON passando da Impostazioni iPhone > iCloud > Documenti e dati)
    • Per iOS 8 si deve mettere su ON passando da Impostazioni iPhone > iCloud > iCloud Drive)

    Per salvare il proprio bundle di traffico dati è consigliabile effettuare la procedura soltanto su Wi-fi. Come? Dalle impostazioni si può apporre la spunta solo su caricamento sotto Wi-Fi passando dalle Impostazioni interne.

    Ripristinare backup WhatsApp su iPhone

    Ripristinare un backup WhatsApp su iPhone è molto semplice perché in buona sostanza si va a pescare l’elemento desiderato (o, direttamente, tutto il pacchetto) dalla cartella salvata e si riporta dove era in precedenza. Per ripristinare la cronlogia chat di WhatsApp su iPhone da iCloud si parte dalle Impostazioni di WhatsApp > Chat > Backup delle chat.

    Se è possibile visualizzare l’ultimo backup, allora si cancella l’app e si re-installa, si verifica con il numero di cellulare e si seguono le istruzioni per ripristinare la cronologia chat. Naturalmente è richiesta una connessione al web attiva e iCloud con accesso attivo.

    Backup WhatsApp iPhone: eliminare file vecchi

    Il modo più semplice per cancellare i vecchi file che col tempo si sono accumulati, è quello di eliminare le singole chat: basta far scivolare il dito su di esse, da destra verso sinistra, per veder comparire un menù, cliccare su Altro e poi scegliere Cancella chat (se si desidera cancellare tutto il contenuto della chat, lasciando però il contatto nella home) oppure su Elimina Chat (che oltre ad eliminare tutti i file cancellerà anche l’utente dal menù Chat).

    Ad occupare più spazio, all’interno di WhatsApp, sono certamente i file che si ricevono e si scaricano (foto e video in particolar modo). Se si desidera mantenere nella memoria soltanto i testi delle chat o alcuni dei file ricevuti, per fare pulizia basta accedere all’interno della singola chat, cliccare sul nome utente in alto, poi su Tutti i media e qui scegliere quali cancellare e quali tenere.

    Backup WhatsApp iPhone: evitare download file indesiderati

    Per evitare che WhatsApp faccia accumulare file indesiderati basta andare su Impostazioni, Chat e chiamate e disattivare Salva media ricevuti e Download automatico media (per quest’ultimo bisogna impostare su Disattivato per immagini, audio e video).

    Backup WhatsApp Android: chat, foto e video

    Backup WhatsApp

    Anche per quanto riguarda il backup WhatsApp Android e successiva cancellazione dei vecchi file sui dispositivi di Google il discorso è del tutto paragonabile a quello di iPhone. Dal backup WhatsApp su Android si parte verso una procedura lineare e non così difficile.

    Backup WhatsApp Android: come fare con Google Drive

    Per eseguire il backup delle chat e dei file multimediali WhatApp su Android la procedura è molto più semplice rispetto a iPhone. Invece che su iCloud si appoggia su Google Drive e il salvataggio è impostato ogni giorno alle ore 02:00, ma è possibile andare a effettuare il salvataggio manuale in qualsiasi momento da Impostazioni > Chat > Backup Chat > Esegui (tasto verde). Ecco la procedura riassunta per un elenco:

    • Accedi a WhatsApp
    • Assicurati di essere dotato di account Google Drive e fai accesso, nel caso
    • Segui il percorso Menu > Impostazioni > Chat> Backup delle chat
    • Clicca su Esegui

    Nota bene: è possibile eseguire il backup in ogni momento ma questo potrebbe comportare l’uso della connessione dati, è sempre consigliabile sfruttare il Wi-Fi a meno che non si abbia un bundle molto ampio.

    Recuperare backup WhatsApp su Android

    Per ripristinare il backup WhatsApp su Android si dovrà prima di tutto far scattare il wizard di configurazione che viene attivato non appena si installa il software. Se si vuole, per qualche motivo, forzarlo su un dispositivo non nuovo, allora sarà necessario prima disinstallare WhatsApp e installarlo di nuovo. Si dovrà dunque verificare il numero e, quando appare la finestra si potrà toccare Ripristina. Sarà indispensabile avere una connessione attiva ed essere loggati con l’account Google Drive corrispondente.

    Se si è effettuato il backup WhatsApp Android in modo locale, dunque sulla scheda SD, allora si potrà accedere a un backup che non è necessariamente l’ultimo salvato (può essere utile se si vuole recuperare qualcosa che, nel frattempo, si aveva cancellato). Come fare? Si dovranno trasferire i file sul nuovo telefono da un computer, file explorer o scheda SD. E seguire queste indicazioni:

    • Attraverso il File Manager si va in sdcard/WhatsApp/Databases oppure su “memoria interna” o “memoria principale” se non sono sulla scheda.
    • Si dovrà rinominare il file di backup da ripristinare da msgstore-AAAA-MM-DD.1.db.crypt12 a msgstore.db.crypt12.
    • Disinstallare WhatsApp
    • Installare WhatsApp
    • Confermare il numero di telefono e toccare su Ripristina

    Backup WhatsApp Android: cancellare file vecchi

    Anche su Android le singole chat possono essere cancellate tenendo il dito premuto su di esse e poi cliccando su Elimina chat. Se si desidera cancellare soltanto alcuni file, basta accedere alla singola chat, cliccare sul nome del contatto (in alto a sinistra) e quindi accedere alla sezione Media, per rimuovere eventuali file indesiderati.

    Backup WhatsApp Android: evitare download file indesiderati

    Per evitare che WhatsApp versione Android salvi in modo automatico i file ricevuti, basta andare su Impostazioni, Chat e chiamate in seguito su Download automatico e poi impostare l’opzione nessun media nelle tre voci disponibili (Quando utilizza la rete mobile, Quando connesso tramite Wi-Fi, Quando sei in roaming).

    Se non viene disattivato il download automatico, alcuni file inviati e ricevuti potrebbero finire all’interno di una cartella WhatsApp non visibile. Per trovarla occorre scaricare un’applicazione come ES Gestore Fle da Google Play Store, accedere, cliccare sulla cartella WhatsApp e poi su Media, all’interno della quale si troveranno tutta una serie di cartelle in cui possono essere presenti file eventualmente da cancellare.

    Backup WhatsApp su PC

    BlueStacks Player per WhatsApp su PC

    Per effettuare il BackUp di WhatsApp sul PC c’è solo una possibile via, dato che non si può svolgere quanto vi abbiamo raccontato in precedenza attraverso la piattaforma Web WhatsApp (scopri come funziona qui). Dunque, è possibile solamente attraverso un emulatore (Android, naturalmente) che riproduce le attività dello smartphone sul computer. Trovate tutte le istruzioni nella nostra guida per emulare WhatsApp su PC.

    Cancellare backup WhatsApp

    Backup WhatsApp

    Per cancellare il backup di WhatsApp si può sfruttare una procedura molto semplice e molto pratica che richiede appena quattro passaggi. Si dovrà avviare il File Manager (vedi paragrafi precedenti), successivamente si dovrà aprire la cartella WhatsApp e individuare quella Database nella sotto-cartella interna. In seguito, si dovrà tenere premuto con il dito e cliccare Elimina.

    Recupero messaggi WhatsApp senza backup

    Backup WhatsApp

    Una domanda che affligge tantissimi utenti: è possibile il recupero messaggi WhatsApp senza backup, ossia andare a recuperare le conversazioni così come foto e video in mancanza di un file precedentemente salvato in memoria? La risposta è no, purtroppo (anzi, per fortuna) WhatsApp non salva sui suoi server gli elementi condivisi dagli utenti, che dunque rimangono solo sui dispositivi di mittente e destinatario. Dunque, un ultimo tentativo può essere quello di richiedere schermate o inoltri da parte dell’altro componente della conversazione WhatsApp.