Natale 2016

Samsung Galaxy S8: Bixby e Kestra le intelligenze artificiali assistenti

Samsung Galaxy S8: Bixby e Kestra le intelligenze artificiali assistenti
da in Samsung, Smartphone
Ultimo aggiornamento:
    Samsung Galaxy S8: Bixby e Kestra le intelligenze artificiali assistenti

    Samsung Galaxy S8 e il fratello S8 Edge avranno a bordo assistenti vocali evoluti, grazie alla nuova generazione di intelligenze artificiali che sarà inclusa nella prossima versione del top di gamma del colosso coreano. In un primo momento era giunta voce del nome Bixby, ma sembra che anche l’altro nome Kestra sia stato già registrato per uso commerciale. Dopo l’acquisto della società Viv che era stata fondata dai creatori di Siri di Apple, Samsung sembra puntare deciso verso questa direzione tanto da avere persino già registrato anche variazioni del nome Bixby come Bix-bee, Bix:)bee, Bix:)by e Bix-by. Di cosa si occuperanno? Di un’assistenza completa, tramite anche il riconoscimento preciso delle indicazioni vocali. Andiamo a leggere tutte le ultime informazioni e rumors su scheda tecnica e prezzo.

    Una succosa novità riguarda Samsung Galaxy S8, ossia il futuro topclass della società sudcoreana, che sembra sarà il primo modello a poter offrire una funzionalità parecchio interessante e utile come l’autofocus per la fotocamera anteriore. Di solito, infatti, il sensore frontale (quello usato per selfie, videochiamate e quant’altro), ha un fuoco fisso a determinata distanza con il risultato che, seppur spesso anche dotato di risoluzione a svariati megapixel, non produce mai foto davvero perfette come si desiderano. Per questo motivo il futuro flagship potrebbe colmare la lacuna, senza andare a inficiare troppo lo spazio occupato grazie ai nuovi moduli fotografici sempre più compatti e sottili.

    Le voci di corridoio a proposito di Samsung Galaxy S8 si fanno sempre più calda potrebbe montare non soltanto uno schermo edge-to-edge con tecnologia Touch Force ossia con la feature che apporta la tridimensionalità del tocco, un po’ come i nuovi iPhone da un anno a questa parte, ma anche diversi modelli di Huawei, ma anche con una Ram pari a 8GB. Cambia dunque la composizione del dispositivo che in un primo momento veniva dato come configurazione massima con 256GB di memoria e 6GB di Ram. . L’uscita del nuovo terminale sembra fissata al prossimo Aprile, ma non si è ancora esclusa la possibilità che invece possa debuttare al Mobile World Congress 2017 di Barcellona in Febbraio.

    S8 concept drawing

    Lo schermo di Samsung Galaxy S8 sarà edge-to-edge ossia senza praticamente bordi da lato a lato, con un rapporto tra display e spazio a disposizione pari al 90%. Quale sarebbe la diagonale dei due modelli? Grazie a questo ingombro minore, si salirebbe senza andare a inficiare in portabilità dunque si potrebbe arrivare fino a 5.5 pollici per S8 standard e 6.2 pollici per S8 Edge, così anche da “coprire” il buco lasciato dal flop clamoroso di Note 7. La divisione Display di Samsung sarebbe già pronta alla produzione di massa e non mancano concept come quello che potete vedere qui sopra. Scopriamo tutto sulle voci a proposito dell’hardware del nuovo terminale dei sudcoreani dopo la continuazione.

    Nello specifico, ambo i topclass della società coreana ossia S8 e S8 Edge, andrebbero a implementare questa novità mantenendo inalterata la risoluzione che dunque rimarrebbe Quad HD, come è anche giusto che sia. Dopo il salto andiamo a leggere tutte le altre voci sul nuovo terminale che cerca di far dimenticare il flop di Note 7 e che potrebbe uscire in occasione del Mobile World Congress 2017. Ricordiamo che il nome di Touch Force per Apple è 3D Touch e consta nella stessa tecnologia di quella che Huawei aveva presentato con il suo Mate S giocando un pochino d’anticipo (qualcuno ha detto sporco?) su qualcosa che Cupertino aveva già lasciato intendere, seppur il modello non fosse ancora a disposizione al momento del lancio. Le potenzialità di questa innovazione sono presto detti perché permettono di poter utilizzare la pressione lunga sullo schermo come il tasto destro del mouse.

    Touch Force S8

    Sembra confermato il nome in codice del modello che sarà noto al pubblico come Samsung Galaxy S8. Si parla infatti della sigla SM-G950 per quanto riguarda l’esemplare standard, mentre si punta su SM-G955 per la versione edge con bordi doppiamente arrotondati su ambo i lati lunghi. La fonte è l’affidabilissimo Evleak alias Evan Blass su Twitter. Ricordiamo che i Galaxy S6 e S6 edge dello scorso anno corrispondevano ai nomi in codice SM-G920 e G925, mentre Galaxy S7 e S7 edge usciti allo scoperto quest’anno con SM-G930 e SM-G935. Perché non si è utilizzato G940 e G945? Non è ancora chiaro, forse per un salto evolutivo più sorprendente ancora? Scopriamo tutte le altre voci.

    Uno dei punti forti di Samsung Galaxy S8 dovrebbe essere un’intelligenza artificiale rinnovata e potenziata, come riportato nientemeno che da Reuters. Sarà basata su Viv, un Ai che i coreani hanno acquistato lo scorso mese dallo stesso co-fondatore della tecnologia dietro Apple Siri. La seconda parte della notizia è che questo assistente smart sarà aperto agli sviluppatori, che potranno integrare feature e funzionalità. Per ora sono apparsi solo scampoli della scheda tecnica di S8 che monterà uno schermo con diagonale pari a 5.1 pollici a risoluzione Quad HD con un rapporto razionale di 90% tra spazio occupato e fronte. Davvero clamoroso. Non soltanto ci sarà un lettore impronte digitali ottico, ma anche del’iride e poi troveremo una configurazione a doppio sensore con 12 e 13 megapixel. La batteria potrebbe salire ancora in capacità. Confermata, sembra, la natura waterproof della scocca.

    Galaxy S8 Concept

    Saranno due le versioni di Samsung Galaxy S8 ossia quella con schermo con diagonale da 5.7 pollici e quella da 6.2 pollici? Non sono dimensioni un po’ esagerate? Sulla carta, perché grazie alla tecnologia costruttiva bezel-less – ossia senza bordo – sarà possibile implementare un display così abbondante in un ingombro paragonabile a quello di un modello da 5.5 pollici circa.Se non ancora meno. Verosimilmente, i due tagli saranno rispettivamente a indicare S8 standard o flat e S8 Edge con bordo doppiamente arrotondato, andando anche a scartare l’ipotesi di un unico dispositivo.

    Inoltre, l’aumento di diagonale andrà verosimilmente a coprire l’annullamento di Note 7, che lascia un vuoto in questo segmento così importante premium.

    S8 leak

    Ancora a parlare di Samsung Galaxy S8 per due notizie degne di nota: la prima riguarda l’uscita allo scoperto e la seconda uno dei componenti peculiari della scheda tecnica del flagship. Partiamo dall’indiscrezione sul debutto: non dovrebbe avvenire in occasione del prossimo Mobile World Congress 2017 di Barcellona come precedentemente annunciato con un evento programmato per il 26 febbraio prossimo venturo, ma ad aprile, anche e soprattutto per prendere tempo e offrire un dispositivo che sia sicuro e che possa far dimenticare l’indimenticabile flop del Note 7. E l’hardware? Dovrebbe essere il primo modello al mondo a includere un lettore delle impronte di tipo ottico per una velocità e una precisione senza precedenti. In realtà, si parla anche di un design tutto schermo e senza bordi, scopriamo tutto dopo la continuazione.

    Potrebbe essere proprio Samsung Galaxy S8 il misterioso smartphone che per primo ha infranto la barriera dei 200.000 punti con il test di benchmark di AnTuTu. Per la precisione 203.737, è questa la strabiliante cifra che è stata toccata da un device sconosciuto, che però potrebbe dimostrare di essere il futuro flagship dei coreani, visto che è posizionato in uscita nel primo trimestre 2017, ossia in corrispondenza con il post-MWC 2017 di Barcellona. Per comprendere meglio l’entità di questa soglia superata, basti pensare che l’attuale primatista è iPhone 7 che, con il suo Apple A10, si è fermato a 172.644 mentre l’Android numero uno è LeEco Le Pro 3 a 160.856 punti. Le ultime voci parlano della presenza del SoC Exynos 8895 con processo costruttivio a 10nm e GPU Mali-G71 il doppio più potente di S7 e Note 7. Scopriamo le altre voci dopo la continuazione.

    S8 dual camera

    Sembra che anche Samsung Galaxy S8 si unirà al gruppo di produttori di smartphone con doppia fotocamera posteriore (con un po di ritardo). Le ultime voci sulla prossima ammiraglia dei coreani dicono proprio che ci sarà un sistema duale sul retro, per la precisione con apertura focale f/2.0 e f/2.3 con sensori naturalmente prodotti da Sony. La sorgente di questo rumor è l’utente “I ice universe” di Weibo che spesso e volentieri ci prende. in realtà ha un po’ giocato sul sicuro visto che molti analisti hanno già indicato questa direzione. Sembra che Galaxy S8 uscirà nella versione solo Edge e che potrebbe essere presentato anche lui in occasione del Mobile World Congress, quello 2017 del prossimo febbraio.

    Samsung Galaxy S8 sarà il nuovo smartphone dei sudcoreani che sarà in uscita verosimilmente il prossimo MWC 2017 di Barcellona che si terrà a febbraio. Le prime voci sulla scheda tecnica e sull’hardware parlano di una possibile installazione di uno schermo a risoluzione 4k dunque ben oltre l’attuale Quad HD, appositamente per i contenuti in realtà virtuale e per accessori come Samsung Galaxy VR di prossima generazione. Con una qualità così alta, questi contenuti potranno infatti essere visualizzati al meglio delle loro possibilità, per una totale immersione all’interno di ciò che si sta guardando. C’è un particolare interessante: sarà solo versione Edge ossia con schermo con bordi arrotondati, addio versione flat.

    Samsung Galaxy S7 display

    Il futuro è già in giro? No, ma è all’interno dei laboratori delle principali società tecnologiche moderne come Samsung, appunto, che sta già preparando da tempo il nuovo Samsung Galaxy S8 ossia il cellulare intelligente in grado di spingersi addirittura oltre il già ben potente Samsung Galaxy S7 che è stato ufficializzato in occasione del MWC 2016 scorso. Quale sarà l’hardware del dispositivo? Sembra che la diagonale di schermo passerà definitivamente a 5.5 pollici invece che gli attuali 5.1 pollici diventando un phablet nel vero senso della parola, con il supporto della qualità 4K. Parlando di numeri, si andrà dall’attuale Quad HD 1440 x 2560 pixel a un più massiccio 2160 x 3840 pixel come Sony Xperia Z5 Premium, con una qualità che non si limiterà a essere fruibile dal dispositivo stesso.

    No, sarà soprattutto votata alla realtà virtuale, andando a agganciare il cellulare all’apposito visore che consentirà di immergersi all’interno di mondi che non esistono. Naturalmente, tutti i giochi che non supporteranno il 4k saranno ridotti a Full HD. Sembra dunque che la società sudcoreana si dedicherà unicamente a un futuro doppiamente arrotondato lasciando perdere lo schermo flat che sarà destinato solamente ai cellulari di fascia bassa, media e medio-alta, dato che anche Samsung Galaxy Note 7 (vedi qui nostra anteprima) monta un display così. Gli utenti, inoltre, chiedono a gran voce l’introduzione anche dello standard di ultima generazione Type-C per l’ingresso USB.

    Rimaniamo in attesa di ulteriori informazioni su altri componenti hardware e prezzo.

    2203

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN SamsungSmartphone

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI