Twitter a 280 caratteri: tweet più lunghi per tutti

Twitter ha ufficializzato per tutti gli utenti la funzionalità che permette di inviare tweet da più di 140 caratteri raddoppiando il limite

da , il

    Twitter a 280 caratteri: tweet più lunghi per tutti

    Twitter aumenta il limite dei caratteri nei tweet da 140 a 280, raddoppiandoli per tutti gli utenti iscritti alla piattaforma tranne quelli cinesi, giapponesi e coreani che possono esprimere concetti con meno caratteri grazie al loro alfabeto differente. In precedenza, a fine settembre, si era aperta la novità a un gruppo di tester.

    È un piccolo cambiamento, ma una grande mossa per noi – ha scritto il fondatore e Ceo Jack Dorsey proprio sul suo profilo – 140 caratteri era una scelta basata sul limite dei 160 caratteri degli SMS. Siamo soddisfatti di come il nostro team abbia risolto un problema che, a volte, gli utenti hanno nel twittare cercando di mentenere brevità, velocità ed essenza del nostro servizio“. Come funziona e cosa implica questa decisione?

    Questo è solo l’ultimo dei tentativi di rimanere aggrappati a un successo che sta scemando e a una moria di utenti e di utilizzo che è più che evidente. Uno stravolgimento che viene dichiarato come piccolo, ma che al contrario distrugge uno dei capisaldi ancora solidi di questa piattaforma.

    Uno dei limiti di Twitter era sicuramente la possibilità di inviare tweet da massimo 140 caratteri. Una vera e propria peculiarità del social network dell’uccellino azzuro che nonostante le critiche per la sua limitatezza, continuava a stare saldo sulla propria linea. Invece, tutto è cambiato e ora – ancora di più – Twitter stravolge se stesso.

    La rivoluzione dei 280 caratteri

    Come si può leggere qui sopra nel tweet ufficiale pubblicato a fine settembre da Jack Dorsey – e che peraltro sfruttava già appieno la nuova funzionalità di abbondanza dei cinguettii – sarà dunque ufficiale questa novità e andrà a stravolgere la vera natura del social network che faceva della sintesi e della brevità il suo piatto forte. Di più: rendeva essenziale e minimalista l’esperienza con solo il testo, massimo qualche link. È stato stimato che questo aumento non dovrebbe implicare che tutti scriveranno di più, anzi: solo il 5% dei tweet inviati erano più lunghi di 140 caratteri e solo il 2% andavano oltre i 190 caratteri. Tuttavia il 9% dei cinguettii in lingua inglese arrivano al limite.

    Tutto è però cambiato con l’introduzione delle foto poi dei video infine anche dei live che hanno reso Twitter sempre più simile a Facebook. E non in senso buono. La moria di utenti e l’uso sempre meno consistente del SN hanno confermato un trend che porta Twitter sempre più in basso. Riuscirà davvero questa novità a dare un po’ di ossigeno?

    La possibilità di aumento del limite dei tweet

    Se in passato si era parlato dalla possibilità di veder eliminato questo limite, salvo poi vedere tramontare la possibilità, stando a quanto riportato da The Verge solamente due settimane prima, Twitter stava testando una nuova funzionalità con una limitata cerchia di utenti Android, la possibilità di inviare tweet da più di 140 caratteri divisi in più tweet. Una prassi ormai molto diffusa sul social, che Twitter avrebbe reso automatica, rendendo più semplice produrre tweet da più di 140 caratteri.

    Twitter interpellata sulla questione non aveva voluto rilasciare dichiarazioni ma come è evidente il cambio di rotta e un alleggerimento della propria posizione sui famosi 140 caratteri. Attualmente non sappiamo quando e se questa funzione sarà resa disponibile per tutti gli utenti anche se è possibile immaginare che sarà necessaria una buona fase di test, affinché vengano fatte tutte le verifiche del caso. (Marco Usai)

    L’inevitabilità dell’aumento dei caratteri

    Twitter ha sempre puntato forte sulla possibilità di produrre contenuti solamente in 140 caratteri. Una novità che sempre diviso gli utenti del web, coloro che apprezzano questo limite e chi, magari abituato da Facebook e affini, soffre questo limite. La novità in questione potrebbe rappresentare una vera e propria svolta per quel che riguarda l’esperienza utente sul social network di micro-blogging.

    Aggirare il limite dei 140 su Twitter è da sempre uno dei desideri nascosti degli utenti Twitter che spesso e volentieri sono limitati da questa restrizione. In passato tanti servizi come Tweetlonger e lo stesso Tweetdeck avevano offerto soluzioni nuove per aggirare il limite dei 140 caratteri, funzionalità ormai non più disponibili. Una soluzione fatta in casa da Twitter potrebbe essere una vera e propria rivoluzione dalla quale Twitter potrebbe ripartire per dare nuova vita al suo social. (Marco Usai)