Sony Ericsson: il 2008 è stato un inferno

Sony Ericsson comunica i dati disastrosi del 2008 con una pesante flessione nell'ultimo quarto che si ripercuoterà anche nei primi mesi del 2009

Pubblicato da Diego Barbera Venerdì 16 gennaio 2009

Dopo la notizia della totale debacle di Motorola costretta non solo ad abbandonare Windows Mobile ma anche di lasciare a casa migliaia di dipendenti, ora è il turno di Sony Ericsson comunicare i dati disastrosi del 2008.

La crisi si è fatta sentire principalmente nell’ultimo quarto dell’anno: la compagnia nipposvedese ha perso qualcosa come ?73 milioni durante l’anno con un calo anche delle vendite. Nel Q4 SE ha venduto 24.2 milioni di unità di cellulari e accessori, per un totale di 96.6 milioni durante tutto il 2008. Nel 2007 si era arrivati a 103.4 milioni.
Con un comunicato stampa sul sito ufficiale Sony Ericsson, il presidente Dick Komiyama ha affermato che “Il 2008 è stato un anno tumultuoso in tutto il mondo, economicamente parlando. Il mercato mobile è stato danneggiato dalla crisi soprattutto nell’ultima parte dell’anno, nonostante sia già pronosticata una flessione nel primo quarto 2009 siamo sicuri che tutto si risolverà“.
Come? Con i nuovi smartphone con Android in arrivo e con il potenziamento delle ottime serie Cybershot e Walkman, vere colonne portanti dell’azienda, senza dimenticare l’Xperia.