Drone volante che si appende al muro come un insetto

Incredibile aereo drone volante che oltre a muoversi agilmente in aria può anche appendersi ai muri come un insetto grazie alla speciale struttura dei piedini

Pubblicato da Diego Barbera Venerdì 30 aprile 2010

Spettacolare esempio di drone volante che arriva direttamente dal Biomimetics and Dexterous Manipulation Lab della Stanford University e ancora una volta si ispira alla natura. Più precisamente agli insetti e anche più in generale agli uccelli. Non solo nel volo ma anche nell’atterraggio. E nel decollo.

Date un’occhiata a questo prototipo: è un drone volante che può appendersi a un muro con le speciali “manine” o meglio piedini che possono letteralmente attaccarsi sostenendo il peso dell’intero sistema. Possibile anche partire da posizione verticale-appesa, come dimostrato dal video, ma…

Il Perching Project (così è stato chiamato il progetto) è spuntato dal Biomimetics and Dexterous Manipulation Lab alla Stanford University: i piedini “spinati” gli permettono di agganciarsi a superfici un po’ ruvide, fino a una velocità massima di 35km/h ma non oltre, come dimostrato nel video sopra.

Così come per i volatili, il drone rallenta posizionando le ali in verticale fino a una velocità di circa 10 km/h. E’ anche possibile decollare da “appeso”, lasciandosi cadere per poi prendere il volo girato per di più al contrario. A termine del video sono mostrate le situazioni limite.

Altri robot originali? Il DESPE EC280MG, escavatore radiocomandato, il Robot giornalista sportivo e RoSS il simulatore per chirurghi