Ecco come naviga sul web il nonno

Li chiamano Silver Surfer, sono i nonni del web: una nutrita popolazione di utenti non più freschissimi che utilizzano regolarmente la rete e i suoi servizi. Quali? Soprattutto informazioni riguardanti la sanità e la previdenza, ma anche gli insospettabili social network, chat e instant messaging.   Sembra dunque un luogo comune quello dell’anziano poco adatto […]

Pubblicato da Diego Barbera Martedì 25 maggio 2010

Li chiamano Silver Surfer, sono i nonni del web: una nutrita popolazione di utenti non più freschissimi che utilizzano regolarmente la rete e i suoi servizi. Quali? Soprattutto informazioni riguardanti la sanità e la previdenza, ma anche gli insospettabili social network, chat e instant messaging.
 
Sembra dunque un luogo comune quello dell’anziano poco adatto alla navigazione e alla fruizione dei servizi basati sul web. Vi abbiamo parlato solo ieri della possibilità di controllare il saldo punti della patente direttamente online, ma sono decine di altri i tool accessibili da Internet

I silver surfer radunano tutte quelle persone over 60 anni e secondo la società Internet Saloon (con esperienza ormai decennale) sono in costante aumento. Proprio questa società ha aiutato oltre 45.000 utenti a muoversi più agilmente tra siti internet e servizi basati sul web. In Italia ha il supporto di Aim (Associazione interessi metropolitani), Creval, Hp, Microsoft Italia e Telecom.
 
E’ stato calcolato che siano 500 gli over 100 e circa il 25% gli over 60: di questi uno su tre è in grado di navigare sul web, uno su dieci utilizza abitualmente la rete. Sono ancora tanti però gli utenti non interessati alla rete, circa 12 milioni. E sono proprio quelli gli obiettivi di mercato del futuro delle società dell’hitech, un bacino ancora solo parzialmente sfruttato.