Asus EeePc a 99 euro con un Pc per CoCoCo

Ecco come acquistare Asus EeePc 701 con il contributo statale di 200 euro per CoCoCo

da , il

    Forse non tutti sanno che il notebook più venduto degli ultimi mesi, ossia Asus EeePc può essere acquistato spendendo solo 99 euro anzichè 299 (ci riferiamo al modello 701), grazie al contributo statale “Un PC per CoCoCo”. Ma come fare per fruire della promozione e quali punti vendita lo consentono?

    Diffidate dai negozi che affermano che si deve aspettare parecchio tempo (anche un mese) o addirittura che si deve andare in Svizzera per comprarli (ci sono testimoni!). Anche se è un’impresa e richiede tanta pazienza e qualche telefonata, si può trovare un Asus EeePc 701 in giro.

    Una volta trovato il nuovo problema è: posso chiedere il contributo di 200 euro? Certo, ma c’è da specificare che non tutti i rivenditori, negozi o catene hanno aderito e quindi non è automatico che se ci fosse un Asus EeePc questo si possa acquistare con 99 euro. Molti lo vendono in bundle con l’offerta TIM che include anche il modem HUAWEI USB Card HSDPA 7.2 Mbps per collegarsi on the road ad alta velocità (ove possibile).

    Ecco una scheda tecnica riassuntiva

    * Display: 7″

    * Processore: Intel mobile CPU (Intel 910 chipset, 900MHz Dothan Pentium M)

    * 512MB RAM

    * OS: Linux

    * Memoria 8GB o 16GB flash hard drive

    * Webcam VGA

    * Batteria da 3 ore

    * Peso: sotto il kg

    * Porte: 3 USB, 1 VGA out, SD card reader, modem, Ethernet, headphone out, microphone in


    Il contratto accettato è il classico a progetto, ma occhio, “I suddetti contratti devono essere attivi all’atto dell’acquisto del pc o anche scaduti, purché con data di scadenza non oltre il 16 agosto 2007 ed inoltre possono essere di qualunque durata”

    Ma può capitare (anche qui ci sono testimoni) che in uno stesso negozio in cui sono stati venduti Asus EeePc a 99 euro, alcuni commessi si rifiutino di considerarlo un pc valevole del contributo. Perchè? Leggiamo il comma 4 del regolamento che dice che !Al fine del contributo di cui al presente decreto per “PC” si intende un insieme di componenti elettroniche, dotato di certificato

    di garanzia e di assistenza tecnica e costituito dai seguenti elementi:

    a) un’unita’ centrale e unita’ disco rigido interno;

    b) una scheda di gestione dell’audio e del video;

    c) un dispositivo di connessione e periferiche (video, tastiera,mouse);

    d) un lettore CD Rom o DVD;

    e) un sistema operativo adatto ad ospitare software applicativi

    di produttivita’ o gestionali;

    f) la predisposizione per l’accesso ad internet (modem ovvero scheda di rete).

    Quindi tutto ok tranne il punto d, perchè come tutti sanno l’Asus EeePc non integra il lettore DVD. Quindi ciccia, non si può? Ebbene no, nel caso vi dicessero appunto “Eee non va bene perchè non ha il lettore”, voi appellatevi al comma “6″ che recita testualmente

    “6. Il contributo e’ concesso anche in caso di acquisto di una parte del sistema operativo, purche’ comprendente almeno gli elementi di

    cui alle lettere a), e) ed f), del comma 4″


    Ecco dunque la trafila da compiere per portarsi a casa il gioiellino.

    Quali grandi catene di rivendita di materiale elettronico accettano il contributo?

    - Unieuro

    - Mediaworld

    - Computer Discount

    Recarsi dunque al punto rivendita con la seguente documentazione

    1 Codice Fiscale.

    2 Carta di identità

    3 contratto Co co co

    Da Mediaworld richiedono gli originali che fotocopieranno loro direttamente mentre in altri centri vanno bene anche le fotocopie. Nel caso è meglio chiedere preventivamente tutto per telefono per non arrivare poi lì e tornare indietro a mani vuote. Il Codice Fiscale è quello nuovo, sul tesserino che fa anche da tessera sanitaria.

    Per tutte le informazioni andare qui