La più piccola scritta possibile grazie alla penna atomica

Grazie a una penna atomica è stato possibile scrivere direttamente modificando ogni singolo atomo per un record mai visto prima: ecco la storia di un primato raggiunto con le ultime tecnologie dai giapponesi a Osaka

da , il

    Signore e signori, quel “SI” che leggete sopra può sembrare un test per daltonici, in realtà è la più piccola scritta mai realizzata. Un team di ricercatori dell’Università giapponese di Osaka ha portato a termine un record dell’infinitamente piccolo utilizzando una speciale penna atomica.

    La penna atomica ha la particolarità di poter modificare un singolo atomo manipolando la struttura di metalli: è così possibile ottenere quel che sembra una scritta microscopica. In questo caso si è inciso SI, come riporta l’ultimo numero del magazine Science, che parla della penna come di una scoperta già nota da qualche tempo, in grado di agire sui singoli atomi.

    Usando il metodo su singoli atomi di silicio, uno per uno, è stato possibile comporre una scritta su una superficie di semiconduttori in circa un’ora e mezza a temperatura ambiente.

    Le dimensioni sono di 2 x 2 nanometri, circa 40mila volte più piccolo della larghezza di un capello umano. “Non è possibile scriver più piccolo di così“, ammette il ricercatore Masayuki Abe, membro del team.

    E nella pratica a cosa serve l’esperimento? A migliorare la qualità dei microprocessori, costruendo chip sempre più piccoli e precisi.