LG LinkMe, la nostra recensione

LG LinkMe, la nostra recensione e prova del nuovo smartphone con sistema operativo Android, schermo touchscreen e tastiera completa QWERTY scorrevole, tutti i dettagli e le caratteristiche tecniche

da , il

    LG LinkMe è stato presentato circa due settimane fa per il mercato italiano e grazie al gentilissimo Alessandro Fedeli dell’ufficio stampa Digital PR abbiamo avuto modo di testarlo per bene. Le impressioni sono positive, ma non mancano gli spunti per qualche miglioramento, anche se il rapporto qualità/prezzo è davvero ottimo e con pochi avversari, appena 299 euro

    LG LinkMe è il nuovo smartphone con sistema operativo Android che la società sudcoreana ha proposto per il mercato italiano in esclusiva. Il modello in questione è il già noto LG GW620 che per certi versi potrebbe sembrare una versione maxi e migliorata dell’amatissimo LG Tribe, dopo il salto tutte le nostre impressioni.

    CONFEZIONE D’ACQUISTO

    La confezione d’acquisto di Lg LinkMe è compatta e pratica, svela da subito l’anima dello smartphone della gamma “giovanile” del colosso sudcoreano. Aprendola incontriamo immediatamente il cellulare su un ripiano trasparente sotto al quale ecco i vari accessori come il cavetto USB-microUSB che serve per trasferire file e ricaricare la batteria, adattatore USB-presa elettrica, cuffiette di alta qualità e manuale d’acquisto, stop. Essenziale e completa, anche se avremmo gradito molto la presenza sia di una custodia protettiva sia di una pellicola da applicare allo schermo touchscreen, buona la memory microSD da 1GB inclusa.

    ESTETICA

    LG LinkMe è uno smartphone che premiata accoppiata QWERTY+Touchscreen: la tastiera completa è ampia e comoda con cinque file di pulsanti e un “quadripad” direzionale. La scrittura è confortevole e veloce, lodevole la presenza dei numeri a se stanti, mentre purtroppo non si trova spazio per pulsanti dedicati a virgola, punto interrogativo e esclamativo. La slitta è sicura e stabile, lo spessore finale è importante, ma è il prezzo da pagare per aver tra le mani un terminale con struttura così affidabile. Il fronte è dominato dallo schermo tattile sotto al quale troviamo pulsanti casa e indietro a sfioro e tasto selezione. In alto c’è l’altoparlante ricevitore e led+sensori. La parte superiore ospita jack audio e pulsante accensione/blocco. A sinistra tasto volume/zoom e porta microUSB, a destra slot microSD, musicale e tasto otturatore che però soffre la vicinanza del tasto indietro a sfioro quando si scatta una foto. Microfono sul fondo e sul retro fotocamera con flash e vano batteria.

    SCHEDA TECNICA

    LG LinkMe punta su uno schermo touchscreen da 3 pollici (risoluzione 320 x 480 pixel, bassina…) operativo in tutti i menu e applicazioni di tipo resistivo per il quale vige la regola del “premi forte”: si deve calcare un po’ il dito altrimenti si rischia di non veder captato l’input. Il sistema operativo è Android di Google con interfaccia proprietaria che si divide nei classici campi Comunicazione, Multimedia, Utilità, Google e Download dove si trovano tutte le applicazioni scaricate dal market. La navigazione è semplice e intuitiva, come vuole la filosofia di LG. Inoltre la schermata home ha tre pagine completamente personalizzabili. Interessante la dotazione software allegata con Coming Soon Mobile (cinema), Cardio Trainer (sport), Soccer LiveScores (calcio), Virgilio (news e servizi) e La Divina Commedia

    Per navigare in rete c’è la coppia Wifi e HSDPA a 7.2Mbps, incluse le funzionalità LinkBook per associare il profilo sociale sulle community come Facebook e Twitter a ogni contatto in rubrica e per rimanere in contatto costante su aggiornamenti di status, foto commenti e tutto ciò che avviene online. Il peso finale è un non proprio piuma 139 grammi, c’è il GPS, push email, fotocamera da 5 megapixel che scatta foto soddisfacenti e veloci, ottimo lettore DivX per vedere filmati con tale compressione, software di fotoritocco e videomontaggio, lettore multimediale. Concludendo non è sul livello di Motorola Milestone o di Sony Ericsson Xperia X10, giusto per citare due altri Android Phone, ma per un prezzo di 299 euro ha davvero tutto ciò che si può desiderare e si può benissimo chiudere un occhio su alcune mancanze.