Facebook: riconoscimento facciale partecipativo, tagga gli amici!

Facebook: riconoscimento facciale partecipativo, tagga gli amici!

Facebook chiede la partecipazione degli utenti per taggare gli amici in foto ancora "vergini" grazie a un riconoscimento facciale partecipativo

da in Facebook, Social Media, Software
Ultimo aggiornamento:

    facebook foto tag riconoscimento facciale

    Facebook ha raccontato l’ultima innovativa feature con un nuovo post sul blog ufficiale: grazie al nuovo sistema di riconoscimento facciale, l’automatismo isolerà e evidenzierà un volto in una foto che non presenta tag. Successivamente chiederà aiuto ai contatti mostrando una sorta di collage di immagini ancora “vergini” e questi ultimi potranno decidere di partecipare o no al “censimento” taggando gli amici leggendo anche i suggerimenti che il software applicherà in automatico. Un modo in più per rafforzare la rete dei collegamenti e per aumentare le informazioni riguardanti ogni singolo utente. Ecco come funziona e come si utilizzerà l’ultima novità.

    Facebook non vuole lasciare niente al caso, dopo aver inaugurato la nuova pagina personale del tutto-esposto (con possibilità di installare una mega foto profilo, ecco il metodo), il neo vincitore del Person of the Year 2010 del Time Mark Zuckerberg, ha presentato l’ultima diavoleria.

    La nuova feature va a mettere un po’ di ordine dal caos delle milioni di foto caricate dagli utenti ogni settimana.

    Questo patrimonio di informazioni spesso rimane in un limbo inutilizzabile – commercialmente parlando – visto che mancano i necessari tag. Nessun problema, arriva il riconoscimento automatico dei volti in soccorso.

    Dopo una fase beta, con un post ufficiale sul blog di Facebook – vedi fonte – ecco aprirsi il servizio che chiede l’aiuto degli utenti stessi per trovare il corretto tag da associare a una determinata persona anonima. Si chiamerà Tag Suggestions e debutterà negli USA per poi gradualmente arrivare anche da noi. Funzionerà bene? Saprà suggerire le giuste foto e i giusti nomi? E la privacy? Quest’ultima domanda trova già risposta: si potrà chiedere di non essere inclusi nel servizio.

    372

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN FacebookSocial MediaSoftware
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI