Megaupload ritorna online con un nuovo sito, il filesharing è salvo?

Megaupload ritorna online con un nuovo sito, il filesharing è salvo?

Megaupload ritorna già online con un nuovo sito, il filesharing è salvo? E' comparsa una pagina che promette un nuovo portale, ma il pericolo bufala è dietro l'angolo

da in Internet, MegaUpload
Ultimo aggiornamento:

    megaupload nuovo sito

    Megaupload non avrebbe perso tempo e dopo essere stato chiuso questa notte a termine di una retata dell’FBI, riaprirebbe con un nuovo sito. O meglio dire un nuovo indirizzo IP (http://109.236.83.66) visto che la grafica del portale rimane esattamente identica all’originale. Per ora non c’è ancora nulla di cliccabile né di sfruttabile, dunque non è possibile andare a condividere file e a effettuare upload o download grazie alla piattaforma di filesharing. Tuttavia appare a lettere cubitali la scritta che invita a condividere l’indirizzo IP. Il pericolo bufala per questo spazio online è alto, potrebbe essere una burla o al peggio un vero e proprio tentativo di truffa, dunque come sempre vi consigliamo la massima prudenza.

    Sul sito appena aperto compare a lettere giganti e rosse la scritta “WE DON’T HAVE ANY DOMAIN NAME FOR NOW ONLY THIS IP ADDRESS (http://109.236.83.66) BEWARE TO THE PISHING SITES! This is the NEW MEGAUPLOAD SITE! we are working to be back full again Bookmark the site and share the new address in facebook and twitter!” ossia “Non abbiamo ancora un nuovo dominio e un nuovo nome ma solo questo indirizzo IP, fate attenzione ai siti truffa! Questo è il nuovo sito di Megaupload! Stiamo lavorando per un ritorno completo, mettete tra i preferiti questo portale e condividetelo su Facebook e Twitter“. Questo è il link al presunto nuovo sito di Megaupload.

    Questa notte l’FBI aveva chiuso non solo Megaupload ma anche tutti gli altri servizi del portale e dunque Megavideo presso il quale era possibile visualizzare video in streaming e Megaporn ossia la parte dedicata a contenuti per adulti. Per tutti e tre i siti l’accusa era quella di violazione del copyright ossia dei diritti d’autore. Emblematica questa retata proprio in periodo di approvazione della proposta di legge SOPA e PIPA. Sempre durante la notte sono scattati anche gli attacchi hacker degli Anonymous che si sono “vendicati” della chiusura dei portali con azioni mirate contro enti governativi.

    A quanto pare il portale “mirror” di Megaupload è stato messo su in tutta fretta andando a sfruttare il provider olandese WorldStream. Non è però ancora chiaro se si tratti davvero di un’azione dello staff del portale originale oppure di un fake (su URL Query è infatti definito come Sospetto). Il pericolo è grande: potrebbe essere una burla fine a se stessa oppure peggio ancora il primo di una serie di tentativi di phishing ossia di truffa online. D’altra parte in queste ore milioni di utenti stanno cercando siti alternativi o portali specchio di Megaupload e Megavideo e l’argomento è l’esca migliore per attrarre i naviganti meno esperti.

    Per questo motivo vi consigliamo di evitare di cliccare su link pericolosi o dubbi, soprattutto se ricevuti via email, tramite social network o instant messaging. La migliore arma di protezione contro malware e scam è il buon senso e mai come in questi casi conviene adottarlo. Tornate su Tecnocino per tutti gli aggiornamenti sulla vicenda.

    586

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN InternetMegaUpload
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI