Cellulare più piccolo al mondo: 7 cm per Phone Strap [FOTO]

Cellulare più piccolo al mondo: 7 cm per Phone Strap [FOTO]

Phone Strap 2 è il cellulare più piccolo al mondo con un'altezza di soli sette centimetri, schermo da 1 pollice di diagonale e tasti davvero minuscoli

da in Cellulari, Mobile
Ultimo aggiornamento:

    Il cellulare più piccolo al mondo si chiama Phone Strap 2 ed è così piccino che viene da pensare che si sia un po’ troppo esagerato con la miniaturizzazione. Risulta infatti alto solamente 7 centimetri, con un display da 1 pollice soltanto. I pulsanti della tastiera sono ideali per nani e per bambini, un giocatore di basket potrebbe premerli tutti quanti contemporaneamente con un singolo polpastrello. Eppure ne saranno prodotti circa 12.000 nelle varianti cromatiche rosa, bianco e nero. Dove? Be’ moltissimi hanno già ironizzato affermando che ovviamente sarà prodotto e commercializzato in una terra dove si è abituati a maneggiare cose particolarmente mignon. Sì, in Giappone.

    La nuova giapponesata è forse meno divertente della nostra selezione di imperdibili simula-tutto eppure fa riflettere maggiormente. Siamo partiti oltre un decennio fa con telefonini sempre più compatti fino a diventare decisamente piccoli. Poi il trend si è invertito con la richiesta di più potenza e poi con l’arrivo degli smartphone.

    Le dimensioni hanno ripreso a salire fino a toccare vertici notevoli come con il caso di Samsung Galaxy Note 2 con il suo display da 5.5 pollici oppure del gigantesco e abnorme Huawei Ascend Mate che si arrampica addirittura a 6.1 pollici. Con Phone Strap 2 si scende a 1 pollice.

    Il piccolo e simpatico Phone Strap 2 WX06A misura 32 x 70 x 10,7 millimetri e pesa appena 32 grammi; lo schermo ha una risoluzione di 96×96 pixel eppure non solo è a colori, ma è pure di natura OLED garantendo così un basso consumo energetico e immagini vibranti e vivaci. Non manca una fotocamera digitale sul retro, funzionalità come l’invio di SMS, MMS e anche di email e una batteria che dura 2 ore in conversazione e due settimane circa in standby. È prodotto dalla società Willcom e debutterà a breve su tutto il territorio nazionale nipponico.

    Curiosa l’antenna che non è integrata, ma si può estrapolare e distendere per migliorare la ricezione del segnale aggiungendo un altro tocco retrò al dispositivo. Ne saranno prodotti 12.000 esemplari nei colori rosa (immancabile sfumatura per le signore), nero e bianco per un prezzo ancora da comunicare. Farà successo? Di certo la platea mondiale non ha smesso di chiedere ai produttori telefonini nel senso stretto del termine, come dimostrato dalla recente presentazione di Nokia 105 da 15 euro appena.

    402

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CellulariMobile
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI