Mercedes e i trasporti pesanti hitech che guidano da soli [FOTO]

Mercedes e i trasporti pesanti hitech che guidano da soli [FOTO]

Con le sue linee futuristiche e la sua tecnologia all'avanguardia, la Mercedes Future Truck 2025 rivoluzionerà il modo di guidare camion

da in Innovazioni Tecnologiche
Ultimo aggiornamento:

    Mercedes vede molto in grande. Secondo il marchio con la Stella a tre punte infatti, tra dieci anni il traffico dei mezzi pesanti subirà una grande rivoluzione. Di questo fatto è convinto il marchio di Stoccarda che ha presentato in anteprima mondiale in occasione del Salone del Veicolo Industriale di Hannover la Mercedes Future Truck 2025. Questo prototipo – fattibile sulla carta – presenta un design del tutto futuristico che non solo è piacevole alla vista, ma è anche efficiente, sicuro e consente di essere sempre connessi. A questo si va ad aggiungere la tecnologia “Highway Pilot”, la guida autonoma in autostrada che ha permesso al concept di percorrere parte dell’autostrada tedesca con traffico realistico e senza che il conducente intervenisse nella guida.

    Mercedes Future Truck 2025 guida autonoma

    Ma cos’è nel concreto l’Highway Pilot? Si tratta di un sistema che comprende un sensore radar che si trova nella parte bassa dell’anteriore del mezzo, in grado di effettuare una scansione in tempo reale dell’aera che si trova davanti al veicolo. La portata del sensore a lungo raggio è pari a 250 metri e l’angolo di copertura è di 18°, mentre la portata del sensore a corto raggio è pari a 70 metri e l’angolo di copertura a 130°. Dietro il parabrezza è montata invece una telecamera steroscopica dalla portata di 100 metri con copertura di aeria di 45° in orizzontale e di 27° in verticale. Questa funzionalità consente di rilevare segnali stradali, oggetti immobili o in movimento, pedoni e corsie. Grazie alla connettività V2V e V2i, è possibile scambiare informazioni con altri veicoli nel raggio di 500 metri.

    Sedili Mercedes Future Truck 2025

    La Mercedes Future Truck 2025 è, senza troppi giri di parole, una vera e propria scultura con superfici morbide e curve, specchietti retrovisori con telecamere integrate, LED invisibili ai lati del paraurti che si accendono una volta avviato il motore e cambiano colore secondo la modalità di guida.

    Quando il colore è bianco, vuol dire che si guida l’auto manualmente, quando è invece blu, sta ad indicare che è attiva la guida autonoma. L’interno è diviso a metà tra la postazione di guida e un salotto di lusso. Il design è minimalista, ma realizzato con materiali di alta qualità (pelle e legno con effetto invecchiato). Quando la guida è autonoma, il conducente può ruotare lo schienale fino a 45° e adottare una posizione di guida rilassata, utilizzando – perché no – il tablet con schermo rimovibile. Sempre dal device tecnologico è possibile controllare i parametri della guida e il sistema multimediale del mezzo del futuro.

    470

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Innovazioni Tecnologiche
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI