WhatsApp o Telegram, cosa cambia e quale la migliore

da , il

    WhatsApp o Telegram cosa cambia quale la migliore

    WhatsApp o Telegram si prospetta come un duello interessante. Le due app di messaggistica istantanea sono quelle che al momento destano maggiore interesse e curiosità ed è per questo che è interessante scoprire cosa cambia e quale sia la migliore. WhatsApp non ha bisogno di presentazioni in quanto può essere considerata la capostipite del genere, mentre Telegram è meno conosciuta ma sta velocemente conquistando fette di mercato in tutto il mondo.

    In quest’articolo metteremo a confronto le due applicazioni per aiutare tutti coloro che si trovano a dover scegliere tra le due alternative e che hanno interesse a capire cosa cambia e quale sia la migliore tra WhatsApp e Telegram. Tale confronto avverrà su 5 caratteristiche fondamentali e peculiari del tipo di app, inizieremo dal prezzo, passando per la privacy e la sicurezza fino ad arrivare alla popolarità in termini di utenza. Inoltre verranno analizzati gli aspetti riguardanti l’invio di file e la disponibilità di questi servizi su varie tipologie di dispositivi, desktop e mobili. Iniziamo subito dal prezzo.

    1) Prezzo di acquisto

    Sia WhatsApp sia Telegram sono applicazioni assolutamente gratuite. L’unico costo che l’utente deve sobbarcarsi è quello relativo alla connessione internet che utilizza sul proprio smartphone. Per quanto riguarda WhatsApp, la cancellazione del canone annuo di utilizzo – di pochi centesimi – è avvenuta soltanto di recente (all’inizio del 2016).

    2) Sicurezza e privacy delle conversazioni

    Telegram è il VoIP più sicuro del mercato grazie alla tecnologia end to end

    Telegram (clicca qui per sapere come si usa) utilizza una tipologia di crittografia basata sul concetto end-to-end, che rende particolarmente sicure le conversazioni per quel che riguarda l’aspetto della privacy e degli attacchi degli hacker. Questa tecnologia fa in modo che i messaggi delle conversazioni siano salvati direttamente sui telefoni e non su un server e questo offre una maggiore garanzia sulla sicurezza dei dati. Inoltre un’apposita funzione selezionabile dal menù delle impostazioni permette di impostare un timer che cancella automaticamente tutti i dati di una conversazione al suo scadere. WhatsApp dispone invece della crittografia end-to-end per proteggere le conversazioni degli utenti.

    3) File supportati per l’invio

    Inviare file con Whatsapp e Telegram, immagine con cartella e frecce

    Per quanto riguarda l’invio di file abbiamo una netta differenza tra i due prodotti. Anche questa volta la spunta Telegram che supporta l’invio di file particolarmente grandi che possono arrivare fino a 1.5GB mentre il suo antagonista WhatsApp può inviare messaggi solo fino a 160 Mb. Si tratta di un rapporto uno a dieci abbastanza imbarazzante. Tra l’altro il motivo di successo di questo tipo di applicazione risiede proprio nella possibilità di inviare messaggi con file audio, video e immagini in tempo reale.

    4) Dispositivi compatibili

    Telegram è disponibile anche per PC a differenza di Whatsapp b

    Se prendiamo in considerazione la compatibilità dei dispositivi abbiamo ancora una volta un punto a favore di Telegram in quanto quest’ultimo è disponibile anche per PC e Mac oltre che per smartphone e tablet. WhatsApp invece ha assunto la politica opposta rendendo il suo prodotto disponibile soltanto per dispositivi mobili oppure più recentemente con la sua piattaforma web con diverse limitazioni. Nemmeno sui tablet senza scheda SIM è possibile installare WhatsApp in quanto è richiesto un numero telefonico per il suo funzionamento. A meno che non si adottino altri stratagemmi.

    5) Numero di contatti

    Schermata della lista contatti di Whatsapp

    Nonostante i punti a favore che si è procurato Telegram nel confronto esposto in quest’articolo, bisogna però dire che la diffusione di Telegram non ancora ha raggiunto le dimensioni di WhatsApp con la conseguenza che il numero di contatti disponibili nella lista degli amici è sicuramente minore. Bisognerebbe però dare ancora un po’ di tempo a Telegram prima di dare un responso definitivo sulla questione, ma al momento dobbiamo segnare il primo punto a favore di WhatsApp

    In definitiva dal confronto appena esposto emerge come Telegram vinca 4 a 1 su WhatsApp nonostante quest’ultimo sia il software di messaggistica istantanea che al momento è installato su più dispositivi al mondo. Se le cose dovessero rimanere così e se Telegram non deciderà di far pagare la sua applicazione, si può ragionevolmente prevedere che in un futuro non troppo lontano ci sarà il sorpasso di Telegram su WhatsApp.

    TELEGRAM MESSENGER APP ANTI WHATSAPP PER ANDROID, IPHONE E WINDOWS PHONE