Apple compra l’italiana Redmatica, specializzata in software musicali

Apple acquista la società italiana Redmatica (di stanza a Correggio vicino a Reggio Emilia), specializzata in software musicali

da , il

    redmatic software

    Apple fa spesa in Italia e acquista la società Redmatica specializzate nella realizzazione di software dedicati all’editing musicale evoluto. Di stanza a Correggio in Emilia Romagna, è stata fondata da Andrea Gozzi e in questi ultimi anni si è occupata non solo del settore di sviluppo, ma anche di commercializzazione e di vendita di programmi (sopra, uno screenshot) dedicati alla musica. La scoperta di questa mossa del gigante di Cupertino è avvenuta quasi per caso grazie alla documentazione pubblicata sul bollettino settimanale dell’Antitrust che ha dato il via libera all’acquisizione. E’ la seconda “rumorosa” acquisizione di una realtà informatica italiana dopo quella a opera di Facebook settimana scorsa. E ora come verranno impegnati il know-how e le tecnologie rilevate?

    Apple ha dunque rilevato la società italiana Redmatica la cui sede è tra l’altro in Emilia Romagna, più precisamente nella zona di Reggio Emilia non lontano dall’epicentro del recente sciame sismico che sta flagellando il cuore della pianura Padana. Cupertino ha acquistato questa piccola società che non è certo un gigante del settore, ma che evidentemente ha attirato l’attenzione dei californiani per la bontà del progetto e dei prodotti commercializzati finora. Di cosa si occupa la Redmatica? Di sviluppo di applicazioni per l’editing musicale che partono dalla cattura di un suono, voce o musica fino alla modifica e alla riproduzione su iPhone, iPad e iPod Touch.

    Un acquisto mirato, dunque, per Apple che di certo non dovrà sganciare le stesse cifre ad esempio spese da Facebook per Instagram (1 miliardo di dollari) ma che comunque permetterà al fondatore di questa startup – Andrea Gozzi, che l’ha inaugurata nel 2004 – di raggiungere un vero e proprio sogno. In realtà l’acquisto è di oltre un mese fa – il 17 aprile – ma prima serviva l’ok da parte delle istituzioni, che finalmente è arrivato. La notizia è così trapelata grazie alla pubblicazione sull’ultimo bollettino dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.

    Curiosa la storia di Andrea Gozzi, amministratore ed unico socio di Redmatica, che aveva iniziato a sviluppare software principalmente per se stesso decidendo poi di aprire queste sue conoscenze e le creazioni anche al commercio. Da qui il successo di software come KeyMap Pro e soprattutto GBSamplerManager. E’ un’applicazione utile a gestire GarageBand (GB ne è l’acronimo) ossia il programma per l’editing musicale montato di serie sui Macbook e gli iMac. L’acquisto è servito anche per assicurarsi i brevetti, che probabilmente saranno poi utilizzati da Apple per i successivi prodotti. Recentemente Facebook aveva acquistato l’applicazione italiana Glancee, a dimostrazione della qualità dei software prodotti in Italia.