Il futuro della mobilità: l’intervista a Ken Washington di Ford

Il futuro della mobilità: l’intervista a Ken Washington di Ford
da in Innovazioni Tecnologiche, Mobile World Congress
Ultimo aggiornamento:

    Ford spinge forte sul futuro della mobilità, ormai da qualche anno. Al Mobile World Congress di Barcellona la casa americana ha messo l’accento sul programma “Ford City of Tomorrow”, la visione di una città del futuro, illustrato inizialmente proprio da Mark Fields a gennaio durante il salone di Detroit.

    Uno dei cardini di questa visione è l’affiancare ai tradizionali veicoli commerciali i droni. Per risolvere il problema di consegnare le merci in quello che si chiama “ultimo miglio”, cioè i centri urbani che sono congestionati e inquinati. Ford sta pensando ad una flotta di van elettrificati a guida autonoma per il trasporto di merci come generi alimentari o farmaci; arrivati al punto di consegna, l’uso di droni risolverebbe molti problemi in caso di piani alti dei grattacieli, luoghi poco sicuri o semplicemente dove è impossibile parcheggiare il veicolo tradizionale.
    A Barcellona Ford ha presentato il sistema di consegne “Autolivery“, dove appunto viene automatizzata l’ultima fase della consegna: i 15 metri tra la posizione del veicolo e l’indirizzo del cliente. Una possibile risposta ordinata alla situazione attuale, dove spesso il corriere piazza il furgone, quando non addirittura il camion, in mezzo alla strada.

    Ford al Mobile World Congress Barcellona 2017

    Al Mobile World Congress di Barcellona la casa dell’ovale blu ha annunciato un accordo con Vodafone per consentire la connessione veloce 4G LTE su tutti i veicoli Ford, all’interno del programma FordPass Connect. Sfruttando la connessione di un modem integrato a bordo, si potranno gestire dal proprio smartphone diverse funzioni dell’auto, come aprire e chiudere il veicolo da remoto, controllarne i parametri (carburante, olio, pressione pneumatici, batteria) e la posizione. Sarà possibile connettere in hot spot wi-fi fino a 10 dispositivi mobili.
    Molto importante è l’evoluzione della funzione eCall: grazie la FordPass Connect, in caso d’incidente il sistem Sync effettuerà una chiamata automatica d’emergenza al 112 usando il modem integrato, senza bisogno di appoggiarsi al telefono esterno del guidatore.

    Ken Washington - Ford al Mobile World Congress Barcellona 2017

    Abbiamo incontrato a Barcellona Ken Washington, vice presidente e responsabile della divisione ricerca e progettazione avanzata della Ford Motor Company.

    Dr. Washington, da quanto apprendiamo qui a Barcellona il programma sulla trasformazione della mobilità sembra compiere i progressi attesi: “La nostra strategia sulla mobilità sta procedendo molto bene. Proprio questa settimana abbiamo avviato una partnership con Vodafone che ci permetterà di offrire hot spot wi-fi. Tutto questo si aggiunge alla nostra strategia di garantire connettività su tutti i nostri veicoli. In questo modo saremo in grado di fornire connettività ad oltre 20 milioni di veicoli nei prossimi cinque anni“.

    Quale collegamento tra connettività e città? “Siamo entusiasti di questo progresso proprio perché la connettività costituisce la spina dorsale che ci permetterà di attivare molti altri servizi nei nostri veicoli. Specialmente perché noi desideriamo lavorare con le amministrazioni delle città per rendere l’esperienza di spostarsi nelle città più godibile, allentando la congestione del traffico“.
    Può dirci con quali partner pubblici i progressi sono più avanzati? “Siamo partiti bene ma ovviamente c’è ancora molto da fare. In questo periodo stiamo dialogando con molte città, anche se al momento è troppo presto per fare nomi. Diremo di più non appena queste relazioni diventeranno più concrete. Ma potete essere certi che ci saranno partnership con diverse città in Europa“.

    Il futuro della mobilità, intervista a Ken Washington di Ford

    692

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Innovazioni TecnologicheMobile World Congress
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI