Pokemon Go i leggendari: Zapdos, Moltres e Articuno in arrivo, ufficiale

I tre uccelli leggendari Zapdos, Moltres e Articuno sarebbero in arrivo su Pokemon Go a partire dai prossimi mesi estivi, tutte le informazioni e i dettagli

da , il

    Pokemon Go i leggendari: Zapdos, Moltres e Articuno in arrivo, ufficiale

    Quando usciranno i tre uccelli leggendari ossia Articuno, Zapdos e Moltres in Pokemon Go? Ci sono voci sul fatto che la cattura potrebbe essere legati alla loro natura e dunque al team che si è deciso di seguire (rispettivamente Blu, Giallo e Rosso ossia Acqua, Elettricità e Fuoco). La conferma del loro prossimo arrivo è arrivata “minando” l’APK del nuovo aggiornamento che ha mostrato la presenza di alcuni eventi raid speciali proprio incentrati su questi Pokemon rari.

    Nel codice del gioco sono stati trovati inequivocabili elementi che raccontano come per partecipare a questi Raid Leggendari sarà necessario un Legendary Raid Ticket ossia un biglietto speciale che forse sarà diffuso in occasione di eventi particolari sparsi per tutto il mondo. A corollario, ci sarà anche una medaglia per queste battaglie vinte.

    Le anticipazioni di Niantic

    In una recente intervista a Wired Germania lo scorso marzo, il numero uno di Niantic – John Hanke – ha confermato che ci saranno tre major updgrade nel gioco, che interesseranno le Palestre, così come gli scambi e anche le lotte giocatore contro giocatore, ma ha anche lasciato intendere che le tre potenti creature saranno rilasciate prima della fine dell’anno in corso (2017). E Mew e MewTwo?

    Ancora niente, ma qui si che si corre il rischio che saranno prerogativa di chi potrà permettersi di recarsi fisicamente in eventi speciali organizzati da Niantic e Nintendo. Un recente aggiornamento lascia presagire che i leggendari di Pokemon Go potrebbero essere resi catturabili nell’estate in arrivo: durante i Webby Awards 2017 (con il premio di miglior videogioco mobile vinto proprio da Pokemon Go), Archit Bhargava di Niantic ha affermato che la prossima bella stagione sarà “leggendaria”. Un indizio piuttosto succulento.

    Le ultime evoluzioni del gioco

    Il debutto del gioco è avvenuto lo scorso luglio 2016, poi la generazione 2 è stata gradualmente introdotta prima con i baby durante il periodo natalizio e il resto poco tempo dopo.

    Sembrava inoltre una conseguenza che non ha logica, ma in realtà potrebbe avere molto più fondamento di quanto possa sembrare di primo acchito: Pokemon Go è stato bandito definitivamente in Cina, con il governo che ha affermato che questo gioco non sarà mai approvato sul territorio del Chairman Mao per questioni di sicurezza, dunque i Pokemon Leggendari sono in arrivo. Che senso ha?

    Semplice, si rifà a quanto affermato da John Hanke, numero uno di Niantic (che ha sviluppato il gioco), che aveva dichiarato che le creature più rare ed esclusive sarebbero state rilasciate solamente una volta completato il rilascio a livello globale per evitare che persone che abitano in nazioni non ancora considerate risultassero svantaggiate.

    Le nuove dinamiche di gioco

    E tutto questo ha senso: iniziare a giocare con – ora – ormai mezzo anno di svantaggio comporta partire da livello 0 contro giocatori che mediamente gravitano tra il 25 e il 35 e con ormai diversi 40 con mostri molto potenti e con una certa sperequazione dalla disponibilità di scelta nella propria raccolta di Pokemon agli strumenti fino alle monete e palestre e così via.

    Sembrava e sembra ancora la scelta più saggia quella di lasciare catturare i Leggendari solo a diffusione del gioco completata. Come? Non è ancora chiaro se con qualche evento locale – che però è la scelta meno democratica possibile – con missioni speciali o con qualche espediente che ancora oggi non possiamo sapere.

    Torniamo al caso cinese, in realtà sono molte altre le nazioni ancora non coinvolte come la Slovacchia in Europa mentre solo di recente si è aperto al gioco nella Corea del Sud, dunque, con la Cina che ha solamente confermato quanto già si poteva ampiamente immaginare, la diffusione sembra terminata. Ora la palla passa alla Niantic. Speriamo che non deluda i gamers.