Steve Jobs immaginava un iPhone diverso

Il co-fondatore di Apple aveva pensato ad un'iPhone con una soluzione leggermente differente ovvero la presenza di un pulsante fisico sul retro dello smartphone rispetto all'attuale frontale

da , il

    Steve Jobs immaginava un iPhone diverso

    Emergono nuovi dettagli su come Steve Jobs immaginava il primo iPhone e il co-fondatore di Apple aveva un’idrea piuttosto concreta di posizionare un pulsante fisico sul retro. Questa è solo una delle tante anticipazioni che sono emerse dalle anteprime del nuovo libro sull’iCeo. Nello specifico, ipotizzava l’installazione di due tasti sulla parte posteriore invece che un puslante fisico centrale sulla parte inferiore di quella anteriore.

    Una soluzione che poi si sarebbe vista qualche anno dopo, anche con un certo qual successo, da parte di LG con il posizionamento dei tasti sulla back cover per un uso più confortevole. Scendiamo nello specifico di queste interessanti rivelazioni a oltre un decennio da quando sono state pronunciate per la prima volta.

    Il titolo del nuovo libro su Steve jobs è The One Device ed è stato realizzato da Brian Merchant con le informazioni rilasciate da Imran Chaudhri, che ha lavorato per ben 19 anni presso Apple come designer e che, dunque, ha visto letteralmente il concepimento del melafonino oltre che la sua complicata gestazione. Quando era sorta la necessità di un tasto fisico, Jobs aveva subito proposto di metterlo sul retro.

    Le anticipazioni su The One Device

    Dopo il romanzo biografico massiccio di Walter Isaacson, è ora il turno di quello più intimo di Chaudhri dal titolo The One Device: The Secret History of the iPhone che si concentra soprattutto sulla progettazione dello smartphone di Apple. Ricordiamo che il primo modello di iPhone era stato ufficializzato nel 2007 e si chiamava semplicemente iPhone, poi in seguito era stato rinominato iPhone 2G vista la presenza del modulo Edge per la connessione allora abbastanza veloce, oggi estremamente lenta.

    Il primo iPhone

    Il primo iPhone, riconosciuto con il nome di iPhone 2G, aveva a bordo il sistema operativo OS 1.0 che è stato aggiornato fino al 3.1.3. Possedeva una fotocamera da 2 megapixel, uno schermo multitouch (quasi) una novità per l’epoca da 3.5 pollici a risoluzione 320×480 pixel, misurava 115x61x11.6 mm per un peso di 135 grammi ed era governato dal processore Apple A1. La memoria interna era da 4, 8 o 16GB.