Lenti a contatto che trasmettono dati

In molti film di fantascienza si ipotizza che i computer saranno così microscopici da essere contenuti in una lente a contatto che così garantisce estrema privacy e discrezione. Non siamo ancora arrivati a questi livelli, ma esistono già lenti hitech che possono supportare uno scambio dati. Gli occhiali-schermi pc sono già realtà e permettono di […]

Pubblicato da Giuseppe Mancini Lunedì 30 novembre 2009

In molti film di fantascienza si ipotizza che i computer saranno così microscopici da essere contenuti in una lente a contatto che così garantisce estrema privacy e discrezione. Non siamo ancora arrivati a questi livelli, ma esistono già lenti hitech che possono supportare uno scambio dati.

Gli occhiali-schermi pc sono già realtà e permettono di poter visualizzare direttamente davanti alla pupilla piccoli e definiti display che danno l’illusione di centinaia di pollici. Ma non si era mai scesi a livello di lente a contatto, che porta lo schermo direttamente sull’occhio stesso.
 
Il Dr. Babak Parviz dell’University of Washington di Seattle ha mostrato un nuovo prototipo di lenti semi-trasparenti con una griglia di LED capaci di ricevere senza fili alimentazione 330 microwatt da un trasmettitore RF nelle vicinanze. Queste “opto-electronic contact lenses” mostrano dati vitali sull’utente. Il prossimo passo sarà la trasmissione di dati più elaborati e l’introduzione di nuovi LED per una maggiore risoluzione.