Violino Gavari: “Post Baroque Hardcore”

Lo studio di design Gavari si è lanciato in un’impresa coraggiosa: quella di progettare un violino modificando una linea che è rimasta intatta da secoli. Ovviamente si tratta di un prototipo ancora non commercializzato, ma presto sapremo come suonerà; l’estetica lo rende già originale e curioso. “Gavari” Semiacoustic Violin è appunto una versione semi-acustica del […]

Pubblicato da redazione tecnocino Domenica 1 novembre 2009

Lo studio di design Gavari si è lanciato in un’impresa coraggiosa: quella di progettare un violino modificando una linea che è rimasta intatta da secoli. Ovviamente si tratta di un prototipo ancora non commercializzato, ma presto sapremo come suonerà; l’estetica lo rende già originale e curioso.

“Gavari” Semiacoustic Violin è appunto una versione semi-acustica del violino in grado di suonare in modo perfettamente fedele all’originale, è stato realizzato in cooperazione con un produttore viennese professionista del settore adattandolo a tutti i criteri e agli standard della categoria. Il suo suono dovrebbe quindi essere pulito e nitido, anche se mai paragonabile a un violino di legno, dagli Stradivari in giù.
 
In realtà la forma del violino Gavari è quasi del tutto simile a quella del violino classico ma a differenza di questo rende più morbide e suadenti le linee, riprendendo quelle… delle imbarcazioni degli anni ’50, come ha confessato lo stesso designer Gerda Hopfgartner. Sarà mostrato durante il meeting Tokyo Designers Week.