SDXC: le grandi marche ci lavorano

SDXC potrebbe essere il formato in grado di rivoluzionare il mercato dei supporti di memoria su schedina con capacità finora impensabili. Era stato mostrato per la prima volta a inizio anno e ora potrebbe prepontentemente ritornare in auge grazie all’interesse concreto delle grandi marche dell’informatica   Dell, HP e Lenovo sembrano infatti interessate a iniziare […]

Pubblicato da redazione tecnocino Mercoledì 2 dicembre 2009

SDXC potrebbe essere il formato in grado di rivoluzionare il mercato dei supporti di memoria su schedina con capacità finora impensabili. Era stato mostrato per la prima volta a inizio anno e ora potrebbe prepontentemente ritornare in auge grazie all’interesse concreto delle grandi marche dell’informatica
 
Dell, HP e Lenovo sembrano infatti interessate a iniziare la produzione di nuovi lettori in grado di leggere schedine SDXC, condizione irrinunciabile e necessaria per poterne fruire appieno. Si spera che durante l’anno prossimo poi si assista alla presentazione di dispositivi in grado di ospitarle

SDXC farebbero le fortune dei device hitech: aumenterebbero esponenzialmente le capacità di archiviazione di fotocamere e videocamere digitali, si potrebbe riversare tonnellate di musica nei lettori mp3, potenziare i cellulari, includere tutto in una schedina (mappe, POI, info) per i navigatori GPS.
 
Lenovo, Dell e HP monteranno lettori SDXC nei nuovi notebook in arrivo. Le prime offriranno fino a 64GB di memoria, ma dovranno essere collegate al PCIe bus e non all’USB bus. In futuro le schedine potranno anche sfondare il muro del terabyte.