Neonati via Skype a Milano

Neonati via Skype a Milano con il nuovo servizio di un ospedale del capoluogo lombardo che permette di spedire immagini degli appena nati direttamente sul web

Pubblicato da Giuseppe Mancini Venerdì 16 aprile 2010

Neonati via Skype a Milano

Alla clinica milanese Macedonio Melloni sono state installate quattro postazioni nel reparto di ostetricia: la tecnologia utilizzata è ben conosciuta da tutti, è Skype. Già il programma VoIP più utilizzato e amato servirà per manare in tempo reale le immagini del neonato, magari a parenti o amici lontani centinaia o migliaia di km.

Non siamo ancora arrivati al parto in diretta web su Skype (ma, chissà) per ora ci si accontenta di mostrare e far ascoltare i primi vagiti dell’ultimo arrivato, direttamente dall’ospedale. Dopo una settimana di attività questo servizio ha già riscosso molto successo.

Skype è il programma VoIP più utilizzato per chiamarsi e videochiamarsi (oltre che per chattare e inviare file) tramite il web senza spendere nulla oppure pochi centesimi. Grazie a quesa tecnologia i neonati all’ospedale Macedonio Melloni di Milano potranno mostrarsi al mondo con speciali postazioni-video.

Insomma una sorta di grandi videotelefoni VoIP coi quali inquadrare il bambino e la mamma, una volta collegati in rete con l’account familiare con uno o più contatti. Sembra che l’ospedale potrà installare altre postazioni direttamente in stanza. Chissà come la prenderanno loro, i più piccoli dico, questo bombardamento “mediatico“: ci sono neonati e bambini le cui foto tappezzano la bacheca di Facebook di genitori, zii, cugini e amici senza che nessuno chiedesse loro il permesso. In questo caso il silenzio non è assenso.