macOS Sierra, il download è automatico

macOS Sierra viene scaricato come download automatico su MacBook, iMac e Mac Pro. Guida su come disattivare il download automatico del nuovo sistema operativo di Apple.

Pubblicato da Alberto Marini Mercoledì 5 ottobre 2016

macOS Sierra, il download è automatico

Il nuovo sistema operativo di Apple, macOS Sierra, adesso è disponibile come download automatico. Come già successo per Windows 10, anche Apple fa scaricare automaticamente l’aggiornamento del sistema operativo sui Mac compatibili. Ovviamente, l’utente non è costretto ad effettuare l’installazione obbligatoriamente. Andiamo a scoprire più in dettaglio come disattivare il download automatico di macOS Sierra, in modo semplice e rapido.

Apple sta distribuendo macOS Sierra come download automatico per tutti i computer e notebook compatibili. Il canale di distribuzione del nuovo sistema operativo, come da tradizione, è il Mac App Store. Collegandosi ad esso è possibile avviare il download e procedere all’installazione, ma da ora in poi molti utenti potrebbero ricevere macOS Sierra come download automatico.

Il principio di funzionamento è simile a quello degli aggiornamenti di sicurezza, che vengono scaricati in background e successivamente installati automaticamente, qualora l’utente lo desideri. Sierra, allo stesso modo, non è un upgrade obbligatorio, bensì il pacchetto verrà scaricato nella cartella Applicazioni e mantenuto al suo interno. Il pacchetto di macOS Sierra ha un peso di circa 4,7GB ed è possibile installarlo su buona parte dei MacBook, iMac e Mac Pro prodotti dal 2009 in poi.

macOS Sierra: disattivare download automatico

Per disattivare il download automatico di macOS Sierra è necessario entrare in Preferenze di Sistema e, all’interno del pannello dedicato ad App Store, eliminare la spunta alla voce “Scarica gli aggiornamenti disponibili in background“.

Ricordiamo, infine, che macOS Sierra è un aggiornamento gratuito e rappresenta l’evoluzione di OS X El Capitan portando con sé l’assistente vocale Siri su desktop, nuove funzionalità di iMessage e tante altre novità.