Sony KD65XF8596, la recensione della 4k Tv con Android

Le nostre impressioni dopo la prova del modello di 4k Tv Sony KD85XF disponibile sul nostro mercato. Tutte le informazioni sull'estetica, le funzionalità, le caratteristiche tecniche e quelle software infine i pro e contro, considerando anche il prezzo

da , il

    Sony KD65XF8596, la recensione della 4k Tv con Android

    Oggi la protagonista della nostra recensione è Sony KD65XF8596, ossia una TV LCD con illuminazione edge LED. Il modello che abbiamo testato presenta una diagonale da 65 pollici e presentava una risoluzione 4k nativa e di supporto agli standard HDR HLG e HDR10, è governata dal prestante processore X1 proprietario e gestita dalla ben nota interfaccia Android TV.

    Sì, è parte della gamma XF85 ossia di quella appena sotto Sony XF90 rispetto alla quale offre un costo più accessibile e specifiche leggermente meno prestanti. Come si è comportata? Ve la raccontiamo in questa recensione dritta al punto.

    Nello specifico si tratta del modello Sony KD65XF8596BAEP che qui di seguito andremo a raccontare nei dettagli partendo dal design e proseguendo con una panoramica totale sulla scheda tecnica e caratteristiche, sulle funzionalità software legate anche e soprattutto alla presenza di Android come interfaccia principale e terminando con gli immancabili pro e contro che traggono le fila conclusive del test.

    Design Sony KD65XF

    Sony XF85 tv

    Il design è minimalista, con una cornice piuttosto sottile che corre intorno al pannello. Lo spessore è davvero minimo nonostante non sia un oled dunque soprattutto nel caso doveste maneggiare un modello dalle ampie diagonali fate sempre la massima attenzione durante l’installazione. In due o meglio in tre è meglio, ma questo vale per ogni tv non certo solo questa. Fuori dalla scatola si monta in poco tempo con i piedini che si avvitano e i cavi che si collegano (c’è anche l’ethernet) e il gioco è fatto.

    Appendendola al muro serve un po’ più di tempo, ma poca roba. Tutto è nascosto sul retro, per una pulizia visiva. Il frame è di alluminio, per un effetto molto gradevole; in generale si adatta facilmente a ogni stanza, con la sua linea ordinata.

    In confezione c’è anche il telecomando di serie con relative batterie. Non ci ha particolarmente soddisfatti: scomodo da tenere in mano e non perfettamente utilizzabile al buio se non lo si conosce a memoria. Promossi i tasti rapidi a determinate funzionalità, tra le quali Netflix.

    Scheda tecnica Sony KD65XF

    Sony XF85 retro

    Nella scheda tecnica di Sony KD65XF8596 emergono diversi componenti interessanti come il processore proprietario Sony X1 che lavora in coppia con le tecnologie Object-based HDR remaster e Super Bit Mapping 4K HDR per la gestione profonda dei colori, della profondità e delle texture restituendo un’immagine realistica e coinvolgente concentrandosi soprattutto sui dettagli. La ben nota tecnologia TRILUMINOS Display si occupa della gamma cromatica lavorando sul contrasto tra luci ed ombre. Tra i formati HDR troviamo quelli più utilizzati come HDR10 e Hybrid Log-Gamma.

    Le dimensioni della TV senza piedistallo sono di 145 x 83,5 x 5,2 centimetri per un peso di 25,6 chilogrammi. Troviamo la connessione senza fili Wi-Fi 802.11a/b/g/n/ac così come un ingresso Ethernet via cavo, c’è il Bluetooth 4.1, ci sono quattro ingressi HDMI dei quali tre sul lato e uno posteriore, la memoria interna è da 16GB.

    Prestazioni Sony KD65XF ed esperienza d’uso

    Android TV

    La qualità delle immagini è molto buona, il lavoro del processore e delle tecnologie a esso connesse regalano una ricchezza di dettagli e una vividezza delle sfumature che dà il meglio di sé con prodotti di alta qualità visiva come documentari, film o sport. Il nero non è molto nero (naturalmente non è un OLED), tende un po’ al grigio scuro. Per godersi un buon film meglio una stanza non completamente scura che per molti potrebbe essere, anche giustamente, un limite.

    L’audio si appoggia a due speaker da 10W con tecnologia Speaker Bass, Dolby Digital, Dolby Digital Plus, Dolby Pulse e DTS Digital Surround. L’esperienza è soddisfacente.

    Lato software, Android TV è bifronte: da un lato offre tutta la comodità di un’interfaccia che buona parte degli utenti sa usare e riconoscere in quanto molto simile a quella del proprio smartphone, con tantissime applicazioni e menu nei quali orientarsi semplicemente. Dall’altra, è persino troppo ricca di opzioni, un’altissima percentuale di applicazioni è pressoché inutile, ma soprattutto è molto, molto lenta. Dal menu di configurazione fino al passaggio da un’app all’altra, è richiesta molta pazienza. Va bene che la TV è relax e intrattenimento, ma a volte si arriva anche a 4-5 secondi.

    Per quanto riguarda i setting, abbiamo particolarmente apprezzato la modalità Cinema, mentre quella Standard tende leggermente all’azzurrino. Funziona molto bene la modalità Gioco visto che aumenta la responsività e ne beneficiano notevolmente le immagini.

    Pro e contro Sony KD65XF

    Riassumiamo brevemente pro e contro di questo televisore.

    PRO: il senso di familiarità con l’interfaccia Android. Un design davvero molto gradevole e minimalista, che ben si adatta a ogni situazione e stanza. Ottimo HDR. Qualità delle sfumature. Suono soddisfacente.

    CONTRO: interfaccia un po’ lenta, anche nel cambio di canali. Neri poco neri. Si poteva fare meglio col telecomando.

    Il prezzo è di 1999 euro sul sito ufficiale; online si può trovare anche a circa 300 euro in meno in alcune offerte ed è un prezzo più succulento per la qualità offerta, anche in relazione ad alcuni rivali.