Wikipedia scoppiazzata da Michel Houellebecq? Il libro dev’essere diffuso gratis online

Wikipedia è stata scoppiazzata dallo scrittore francese Michel Houellebecq? Allora il libro dev'essere diffuso gratis online, ecco la provocazione dei blogger transalpini

da , il

    Michel Houellebecq è al centro della polemica in Francia: il romanziere è stato accusato di aver scopiazzato ampi brani da Wikipedia, per questo i blogger transalpini rilanciano la provocazione “Visto che ha preso brani dall’enciclopedia gratuita online, la sua opera ossia il suo romanzo dovrà essere distribuita gratuitamente sempre sul web“. L’ultimo romanzo dello scrittore Michel Houellebecq dovrà così pagare le sue colpe con la pena del contrappasso? Sarebbe una decisione davvero epocale che di certo non toglie Michel dall’imbarazzo di una figuraccia che sta raggiungendo un livello globale.

    Un ebook liberamente scaricabile dalla rete, sarebbe questa la soluzione per far pagare a Michel Houellebecq le sue colpe. Quali? Quelle di aver copia-incollato ampi brani dall’enciclopedia gratuita online Wikipedia che si sostiene grazie al contributo volontario degli utenti e alle donazioni degli stessi.

    D’altra parte se andiamo a leggere la licenza Creative Commons By-Sa si trova la frase “Questa creazione è liberamente modificabile, trasformabile e adattabile, ma si ha il diritto di distribuire l’opera che ne deriva solo se si garantisce agli altri utenti la medesima possibilità“. Insomma: copiare è lecito e consigliato, ma il prodotto dev’essere altrettanto liberamente fruibile.

    Michel Houellebecq ha già ammesso di aver prelevato ampi testi da Wikipedia, per questo il blogger francese Florent Gallaire suggerisce che il suo romanzo La carta e il territorio (in Italia con Bompiani) dovrà essere reso disponibile al download gratuito dal web. Per questo ha reso disponibile un link per scaricare un file da Rapidshare con il testo che tra l’altro ha vinto il premio Goncourt.

    In Francia le fazioni si sono già schierate e non tutti prendono le parti di Gallaire, molti utenti attaccano la sua posizione estremista e la casa editrice di Michel sta già preparando le carte per un’azione legale. In tal senso l’unico a pagare pegno potrebbe essere proprio il blogger