Google+ sospende alcuni profili per evitare il furto d’identità?

Google+ (Plus) sospende alcuni profili per evitare forse il fenomeno del cybersquatting ossia del furto d'identità con relativo uso improprio?

da , il

    google plus tecnocino sospeso

    Google ha sospeso alcuni profili su Google+: tra questi, anche quello di Tecnocino. Per quale motivo? Possiamo solo avanzare qualche ipotesi e basarci sulla notifica che potete leggere voi stessi nello screenshot qui sopra. Trattasi, a quanto pare, di misura preventiva per evitare di incorrere in problemi sul furto d’identità, soprattutto per quanto riguarda brand, società, nomi conosciuti. Insomma, per non facebookizzarsi rischiando il fenomeno del cybersquatting che già, per altro, ha colpito il neonato social network di Mountain View.

    Quel che lascia perplessi è la mancanza totale di comunicazione – e dunque, di preavviso – di sospensione del profilo, che di fatto rimane online e si continua a ricevere aggiunte alle cerchie, ma non più raggiungibile nè utilizzabile e per questo non possiamo invitare altre persone, nonostante le tante richieste.

    …il nome fornito vìola gli standard della community…“, citiamo la notifica di sospensione. Andando a leggere le linee guida si può così ipotizzare il motivo ben preciso: indebito uso di un brand. Proprio per questo c’è la possibilità di segnalare un errore e cercare di riportare tutto alla normalità. Si spera.

    Visto che sono anche diverse altre le pagine sospese, molte in Italia, non resta che attendere novità. C’è chi ipotizza anche un’azione che prepara il debutto delle pagine “commerciali” più adatte a brand e a società. Ma sono solo ipotesi, vi terremo aggiornati.