Smartwatch Orbis: concept con cornice rotante

Dopo la linea Gear, Samsung pensa al futuro dei suoi smartwatch indossabili

da , il

    Samsung Orbis rumor

    Gli smartwatch non sono abbastanza popolari e le aziende si muovono per innovare questi dispositivi. Samsung Orbis, un nuovo dispositivo indossabili del futuro catalogo sudcoreano, potrebbe esserne un esempio: schermo rotondo con cornice girevole come sistema di input dell’interfaccia. Un tasto laterale a forma di corona servirebbe per qualche funzione accessoria, come richiamare i comandi vocali S Voice.

    Gli smartwatch sono un segmento commerciale ancora non esploso. Nonostante tutte le maggiori aziende Android (Sony, Samsung, LG, Motorola, e non solo) abbiano lanciato almeno un dispositivo indossabile, talvolta ben più di uno, il mercato è ancora in percentuale minima. Forse a causa del prezzo oppure della mancanza di reali possibilità che gli smartphone già non offrano. Gli analisti sono concordi nel dire che sarà Apple Watch ad aprire la strada. Nel frattempo, gli altri produttori cercano di capire quale sia la proposta commerciale migliore ed è abbastanza popolare che gli schermi rotondi abbia un design più attraente, come il Moto 360. E da qui partirà il nuovo Orbis (nome in codice) di Samsung.

    Lo schermo sarà circolare e sarà dotato di una cornice ruotabile, secondo quanto riportato dall’affidabile SamMobile. Sul lato sarà anche presente un tasto Power a forma di corona, simile a quello che Apple ha integrato nel suo Watch. Le funzioni, però, saranno più limitate: accensione e standby, richiamo (con doppia pressione) dei comandi vocali S Voice. La maggior parte dei comandi saranno invece eseguiti dalla cornice ruotabile: zoom in e zoom out, impostazione delle opzione, navigazione tra le liste oppure impostare un’ora alla sveglia e molte altre funzionalità che, tramite il software di sviluppo fornito da Samsung, potrebbero essere integrate dalle terze parti in futuro.

    Considerate le caratteristiche extra che dovrebbe introdurre Samsung Orbis (ricordiamo che si tratta di indiscrezioni non finali), il suo costo potrebbe essere superiore rispetto al Gear S, magari prendendo spunto proprio dai 349 della versione base dell’Apple Watch. Probabilmente integrerà il sistema operativo Tizen anziché Android Wear, la versione di Google per indossabili.