Natale 2016

Windows 10, l’aggiornamento sarà a pagamento

Windows 10, l’aggiornamento sarà a pagamento
da in Microsoft, Windows
Ultimo aggiornamento:
    Windows 10, l’aggiornamento sarà a pagamento

    Dopo il 29 luglio 2016, gli utenti che possiedono un computer con Windows 7 o Windows 8.1 non potranno più scaricare gratuitamente l’aggiornamento a Windows 10. Fino a quella data, tuttavia, sarà possibile ancora scaricare la più recente versione del sistema operativo di Microsoft, che successivamente costerà negli Stati Uniti 119 dollari. Andiamo a scoprire più in dettaglio perché è importante scaricare l’update gratuito a Windows 10.

    Con il debutto di Windows 10, Microsoft aveva portato all’attenzione il fatto che quest’ultimo sistema operativo fosse scaricabile gratuitamente per un solo anno, fino al 29 luglio 2016. Dopo questa data, Windows 10 non sarà più scaricabile gratuitamente per tutti gli utenti Windows 7 e Windows 8.1.

    Gli utenti, quindi, hanno tempo fino a fine luglio per aggiornare i propri dispositivi, prima che Windows 10 Home non sarà più gratuito e, in particolare, negli USA costerà 119 dollari. Nel momento in cui scriviamo non sappiamo ancora i prezzi ufficiali delle edizioni “Pro”, “N” e “KN”.

    Di fatto, la data entro cui scaricare gratis Windows 10 non rappresenta una sorpresa, visto che l’azienda di Redmond ha più volte indicato che l’offerta gratuita non sarebbe durata per sempre.

    Il nostro suggerimento, quindi, è quello di aggiornare all’ultima versione del sistema operativo di casa Microsoft, soprattutto se si considera il fatto che gli ingegneri sono al lavoro su un corposo aggiornamento del sistema operativo, denominato Anniversary Update.

    Quest’ultimo dovrebbe giungere entro l’estate e porterà con sé tantissime novità, tra cui “Windows Ink“, funzione che migliorerà il supporto per l’input da penna e consentirà di scrivere sui dispositivi a mano libera. Allo stesso tempo, l’assistente digitale Cortana verrà ulteriormente migliiorato, vi sarà il supporto per la sicurezza biometrica e l’introduzione della shell Bash, frutto della collaborazione con Canonical.

    325

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MicrosoftWindows

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI