Dubai: torri per irrigare con acqua salata

A Dubai lo studio di architettura e design italiano StudioLine ha immaginato un progetto per ricavare acqua potabile dall’umidificazione dell’aria utilizzando l’acqua del mare

Pubblicato da Diego Barbera Sabato 14 marzo 2009

Dubai sarà anche il regno del lusso ingiustificato e eccessivo, ma molto spesso tira fuori dal cappello delle chicche imperdibili come questo progetto tutto italiano sviluppato dal team di architetti dello Studiomobile: si chiama Seawater e utilizza l’acqua del mare per irrigare le coltivazioni.

Si tratta di grandi trasformazioni simili a delle piante nei primi giorni di vita quando escono dalla terra e si preparano a far sbocciare foglie e poi fiori. Seawater è una struttura verticale di grande altezza che cattura l’acqua del mare e ne ricava acqua potabile con un processo di umidificazione e di successiva raccolta.

Al che l’acqua pura viene spedita alle coltivazioni della zona. Il procedimento di raccolta e di trattamento delle acque è lungo e elaborato. In realtà non è l’acqua salata che diventa dolce ma è l’aria che viene umidificata usando acqua di mare tramite un procedimento a tre fasi che farà poi condensare la nebbiolina ricavando il liquido vitale.

Così vicino ai grattacieli da un km e alle spiagge con aria condizionata e sabbia raffreddata troveremo queste ecologiche strutture made in Italy.